Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Sentite cosa dice”. L’audio choc sui tre ragazzi travolti dal fiume, cosa è successo

  • Italia
Ragazzi travolti dalla piena del Natisone, spunta un audio choc

Ragazzi travolti dalla piena del fiume Natisone, spunta un audio choc. Il filmato, in possesso di LaPresse, è diventato virale sui social e ha scioccato l’opinione pubblica a causa delle frasi pronunciate da una persona che si trova sul ponte a osservare i giovani tre abbracciarsi nel tentativo di non essere portati via dalla corrente. Tantissimi i commenti sdegnati per le frasi pronunciate dall’uomo.

“Io veramente non mi rendo conto di come sia possibile provare una tale insensibilità e cattiveria davanti ad una situazione del genere. Che schifo”, dice ad esempio una utente su Facebook. “Io veramente non mi rendo conto di come sia possibile provare una tale insensibilità e cattiveria davanti ad una situazione del genere”, “Che tristezza, come siamo diventati? Io non riesco a guardare queste immagini per il dolore”, si legge.

“Erano abbracciati, poi…”. Maltempo choc, tre giovani trascinati via dall’acqua: immagini spaventose

Ragazzi travolti dalla piena del Natisone, spunta un audio choc


Ragazzi travolti dalla piena del Natisone, spunta un audio choc

E ancora: “Totale assenza di empatia. E i ragazzi sono dispersi. Chi ha fatto il video e il commento deve vivere il resto della vita con la vergogna addosso”. “Urlano come femminucce, ci sarebbe da lasciarli lì, hanno l’acqua alle ginocchia, possono venire a nuoto”, sono le terribili parole di un uomo che assiste alla drammatica scena dei tre giovani abbracciati e terrorizzati, poco dopo travolti dalla piena del fiume Natisone in località Premariacco.

Ragazzi travolti dalla piena del Natisone, spunta un audio choc

Come detto, il filmato ha scatenato le reazioni degli utenti sui social. La rabbia degli utenti è esplosa e sono state tantissime le critiche. “Per gente così dovrebbe esserci la fustigazione sulla pubblica piazza, pezzo di merda”, “Non ci posso credere! Mamma mia, che disumanità! Poveri ragazzi”, si legge ancora.

I fatti sono avvenuti poco dopo le 14 di venerdì 31 maggio nella zona del fiume tra Premariacco e Manzano, in provincia di Udine. I tre ragazzi erano arrivati a piedi nella zona, circondata da una fitta vegetazione, poi hanno raggiunto l’isolotto sul quale sono rimasti bloccati prima di essere trascinati via dalla corrente. Nell’area in cui i tre ragazzi sono stati travolti vige il divieto assoluto di balneazione per pericolo di annegamento. (Clicca qui per ascoltare l’audio choc)


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004