Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Bruciati centinaia di migliaia di euro”. La Ferrari esplode all’improvviso e prende fuoco

  • Italia

Ha capito che qualcosa non andava, odore di bruciato che arrivava dal vano motore. Quindi si è fermato ed sceso: pochi minuti dopo l’auto, una Ferrari 296 GTB, è stata avvolta completamente dalle fiamme. È successo oggi, primo luglio, a Mestre poco dopo le 10. Sul posto sono arrivata immediatamente i vigili del fuoco con due automezzi antincendi, entrati in azione hanno spento con la schiuma la potente vettura ad alimentazione ibrida, andata irrimediabilmente distrutta. Al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco le cause dell’incendio.

>>“Tremenda, da vergognarsi”. Matrimonio Cecilia e Ignazio, l’amica super vip dà spettacolo: tutti a criticare il suo look. E il prezzo… Che roba

A quanto si apprende il conducente della spider era in viaggio verso le Dolomiti, dove avrebbe dovuto partecipare a una manifestazione sportiva. Alla gara non ci è arrivato, ma questa giornata se la ricorderà. Sulle auto ibride si è acceso spesso un dibattito.


Mestre, Ferrari 296 GTS in fiamme: l’auto è andata distrutta

La Honda ha recentemente richiamato oltre un milione di veicoli in tutto il mondo, le auto ibride (Prius e C-HR), perché presentano un pericolo di incendio maggiore. Il cablaggio del motore può essere esposto a usura e ciò può comportare un cortocircuito o un incendio. Un problema che sembra reale come documentato da uno studio di AutoinsuranceEZ, compagnia americana che si occupa della comparazione delle offerte assicurative nel settore auto.

Secondo la ricerca, riferita al 2020, le vetture più a rischio sono proprio le ibride, con un rapporto di 3.474 incendi ogni 100.000 vendite, un valore più che doppio rispetto a quello delle vetture termiche, mentre le elettriche pure sembrano di gran lunga le auto più sicure sotto questo punto di vista. Sul caso Ferrari ora bisognerà fare piena luce.

La Ferrari 296 GTB, evoluzione del concetto di berlinetta sportiva a 2 posti a motore centrale-posteriore Ferrari, rappresenta una rivoluzione per la Casa di Maranello in quanto introduce la nuova motorizzazione V6 a 120° accoppiata a un motore elettrico plug-in (PHEV) in grado di erogare fino a 830 cv. Costo? 320mila euro.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004