Forte esplosione in una fabbrica: 8 morti, oltre 30 feriti e case danneggiate

Almeno otto persone sono rimaste uccise e altre 30 ferite quando la caldaia di una fabbrica è esplosa distruggendo le infrastrutture e il sistema di alimentazione danneggiando l’impianto elettrico di un intero quartiere.

La potente esplosione ha distrutto la struttura della fabbrica e danneggiato gravemente altre due unità industriali confinanti, frantumando i vetri delle case che si trovano adiacenti alla zona e ferendo le persone che in quel momento si trovavano in strada. I funzionari e i testimoni hanno detto che un’ampia sezione della caldaia è volata in aria ed è atterrata a circa 250 metri di distanza. La massiccia esplosione ha causato la distruzione di almeno tre unità industriali adiacenti e alcune case. (Continua a leggere dopo la foto)


L’esplosione è avvenuta in una fabbrica di ghiaccio nel Settore 12-C della Nuova Area Industriale di Karachi, la città più popolosa del Pakistan, la capitale della provincia del Sindh, situata lungo la costa orientale del Mar Arabico. I vigili del fuoco, la polizia e gli ufficiali del dipartimento del lavoro e delle industrie sono arrivati ​​sul posto mentre i morti e i feriti sono stati portati all’ospedale Abbasi Shaheed da ambulanze di Edhi e Chhipa. (Continua a leggere dopo la foto)

Una vittima ferita ha raccontato che l’operatore della caldaia e altri lavoratori erano molto vicini al luogo dell’incidente quando è avvenuta l’esplosione. L’uomo, che al momento dell’esplosione si trovava in bagno e ha riportato ustioni su diverse parti del corpo, ha visto i muri crollargli addosso e ha creduto di morire. Un funzionario di Edhi ha detto che al momento le vittime accertate sono otto corpi, 30 i feriti ricoverato all’ospedale, ma potrebbero esserci ulteriori vittime nell’incidente. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

“L’esplosione è avvenuta intorno alle 17:45″, ha detto un funzionario di polizia. “Ha danneggiato due fabbriche vicine e distrutto completamente otto veicoli parcheggiati in strada. Danneggiato anche un palo con conseguente interruzione dell’energia elettrica. Sono in corso sforzi per rimuovere le macerie e assicurarsi che non ci sia nessun altro all’interno dell’edificio”. Al momento le cause dell’esplosione sono sconosciute. In questi giorni il proprietario della fabbrica si trova in Canada con la sua famiglia.

“Ma cosa succede?!”. Luigi Berlusconi beccato con “l’altra” a due mesi dalle nozze. E il gossip milanese esplode