Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Picchia duro”. L’allarme dei medici di famiglia: “Questa influenza è pesante”

  • Salute

Covid, ma non solo. A quasi tre anni dall’inizio della pandemia torna a farsi prepotente anche l’influenza. I casi di positività al virus nella settimana dal 18 al 24 novembre sono stati 229.135, il 10% in più rispetto alla settimana precedente (quella ancora prima aveva segnato un +10%), e i morti sono stati 580 contro 533. L’Rt è all’1,04, cioè sopra la soglia di sicurezza. Quest’anno sta risalendo anche l’influenza stagionale: pertanto gli esperti invitano sempre a fare molta attenzione, soprattutto per le persone fragili, gli over 65 e coloro che hanno altre patologie.

A parlare in una intervista a Repubblica è Salvatore Bauleo, segretario della Fimmg di Bologna, la principale associazione di categoria. Nella sua analisi fa riferimento sia al Covid e all’influenza, consiglia i tamponi e raccomanda la vaccinazione. “Quest’anno l’influenza è più forte – afferma Bauleo -. I sintomi sono simili a quelli causati dal Covid, noi consigliamo i tamponi. La vaccinazione è raccomandata così come la mascherina negli ambienti più a rischio”.

Leggi anche: “Questo è il Covid-23”. Gli esperti dello Spallanzani aprono una nuova fase dell’emergenza

covid e influenza


Influenza 2022, casi in aumento: tosse e febbre alta i sintomi

Crescono i casi di Covid e crescono anche quelli di influenza stagionale: “Ed è assolutamente vero che quest’anno è più forte. Abbiamo notato che c’è stato un aumento di casi nella settimana appena finita, un aumento dei sintomi influenzali. Come sappiamo, possono essere molto simili a quelli causati dal Covid – dice a Repubblica il medico -. Quasi sempre proponiamo di fare i tamponi o gli auto test per il Covid e notiamo che accanto a qualche caso di Covid, che persiste, prevalentemente ci troviamo davanti a casi di influenza. Stiamo entrando in quel periodo, comincia a vedersi”.

influenza casi in aumento picchia duro vaccinazione raccomandata

Salvatore Bauleo a Repubblica dice che i casi d’influenza sono in aumento (“Soltanto io, in una settimana, 23-24 casi”) e parla dei sintomi più comuni: “Febbre a 40, malessere generale, tosse, dolori muscolari. Quest’anno è più forte, è vero”. E le fasce d’età più coinvolte quali sono?: “Diciamo che i casi che ho visto sono trasversali ma il virus dell’influenza tende a colpire di più chi non si è vaccinato, perché chi ha fatto la vaccinazione anti influenzale negli anni passati, in un certo modo mantiene una memoria immunitaria, ha un patrimonio anticorpale. Chi invece in passato non si è vaccinato, e al contempo non ha contratto l’influenza grazie all’utilizzo della mascherina, è scoperto dal punto di vista immunitario”.

influenza casi in aumento picchia duro
influenza casi in aumento picchia duro

La vaccinazione per il dottor Bauleo è raccomandata “alle persone dai 65 anni in su e ancor di più a tutti i portatori di patologie. Uno dei segnali della virulenza è la febbre molto alta in chi non è vaccinato”. Vaccinazione che “sta andando molto bene. Tra l’altro, noi facciamo anche la co-somministrazione nei casi in cui è prevista”. Il medico consiglia anche la mascherina: “Anche se è stato “abolito” l’uso della mascherina, si tratta comunque di un dispositivo di protezione individuale che aveva funzionato benissimo anche contro l’influenza. Non sarebbe male usarla, soprattutto in alcuni ambienti più a rischio come sugli autobus, nei posti affollati, negli ambulatori”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004