Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Nubifragio Trieste

Violento nubifragio sulla città, allagamenti, danni e traffico in tilt

  • Italia

Nubifragio a Trieste, è successo nella tarda mattinata di oggi 15 settembre. A causa del maltempo ci sono stati allagamenti, alberi e rami caduti, questi sono solo alcuni degli interventi nei quali sono attualmente impiegati i vigili del fuoco del comando locale, impegnati con tutte le squadre disponibili per risolvere i danni e aiutare i cittadini. Disagi anche al traffico. Anche in piazza Unità d’Italia si è formato qualche piccolo allagamento.


Al momento sono una quarantina le richieste giunte alla sala operativa del comando e le telefonate continuano ad arrivare. In questo momento i pompieri triestini stanno operando per risolvere problemi dati da allagamenti, alberi e rami caduti. È il caso di piazza Carlo Alberto dove due grandi rami sono caduto danneggiando fortemente tre autovetture e uno scooter in sosta. Nessun ferito. sul posto anche la Polizia Locale.

Nubifragio Trieste


Violento nubifragio a Triste, danni, allagamenti e alberi caduti


Il maltempo non passerà. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta arancione su parte di Lazio e Campania. Valutata inoltre allerta gialla su gran parte del Veneto, su alcuni settori di Friuli Venezia Giulia, Molise e sul restante territorio di Lazio e Campania. Precipitazioni: da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio meridionale, Molise occidentale, Campania, Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna nord-orientale. (Leggi anche “Ha una pistola”. Terrore al supermercato: tira fuori l’arma ed è panico)

Nubifragio Trieste


Le previsioni di sabato manterranno la tendenza ancora all’insegna di condizioni autunnali: si formerà un ciclone che porterà piogge, vento e neve sulle cime alpine, al momento stimiamo fino ai 1900 metri, ma la quota neve sarà da valutare nel corso dei prossimi giorni.

Nubifragio Trieste


Infine domenica, con lo spostamento del ciclone verso i Balcani, la situazione dovrebbe migliorare ma con temperature decisamente sotto la media del periodo. Se poi decidiamo, in modo ardito, di spingerci verso la prossima settimana, si intravede altra aria fresca, se non addirittura fredda, in discesa verso le regioni adriatiche. Ovviamente è una tendenza da confermare ma ciò ci spinge a dire che l’estate sta finendo davvero e che probabilmente Bacco sarà l’ultimo sussulto caldo della stagione!

Torna il caldo africano sull’Italia: nuova incredibile svolta meteo già dalle prossime ore


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004