Lorella Cuccarini, tutta la verità: “Ecco il motivo per cui non è più a La Vita in diretta”

L’inizio della nuova stagione televisiva ha portato una ventata di novità per Lorella Cuccarini: è tornata a Mediaset e ora è una delle prof di danza di Amici di Maria De Filippi insieme a Alessandra Celentano e Veronica Peparini.

“In questo team formidabile cercherò di rappresentare il valore aggiunto dal punto di vista delle motivazioni, della resilienza, del saper faticare e a volte anche perdere – aveva raccontato prima di buttarsi a capofitto in questa nuova esperienza che le calza a pennello – Questi ragazzi partono con lo stesso sogno che avevo io a vent’anni: sarò una prof anche un po’ più materna, perché ho fatto la gavetta o ho ricevuto i miei ‘no’. Ma sarò anche molto rigorosa. La ricetta per il successo? Cazzimma, determinazione, costanza e talento”. (Continua dopo la foto)


In più interviste Lorella Cuccarini ha ringraziato Maria De Filippi per questa opportunità. Ha definito la sua chiamata “come una carezza, nel senso vero del termine” e oggi è molto soddisfatta di questo lavoro. Ma gli strascichi del suo addio a La Vita in diretta, ora in mano al suo ex partner televisivo Alberto Matano, si sono protratti per mesi e continua a far mormorare il suo allontanamento. (Continua dopo la foto)

La “più amata dagli italiani” non è stata promossa al timone del programma dopo l’esperienza dello scorso anno e, al contrario, è stato riconfermato Matano, con cui la 55enne non ha mantenuto un buon rapporto. Ma ora, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, è Stefano Coletta, il direttore di Rai Uno, a fare chiarezza sulla situazione: la scelta di non riconfermare Lorella a La Vita in diretta non c’entra nulla con le posizioni politiche, come insinuato da qualche malelingua, ha sottolineato. (Continua dopo le foto)

{loadposition intext}
“Non ci sono ragioni politiche, anzi con Lorella ho un buon rapporto – ha spiegato Coletta – Semplicemente non mi interessa la conduzione duale: penso che non sia un’idea contemporanea e che i contenitori abbiano fatto il loro tempo. Matano con una narrazione garbata fa spesso il 17/18% di share, più 1,6% rispetto all’autunno scorso”. Dunque il vero motivo è nella volontà di dare nuova linfa vitale al format, dopo tanti anni di conduzione doppia. Scelta che si sta rivelando azzeccata: a ogni puntata Matano registra più di due milioni e mezzo di telespettatori e sta dando del filo da torcere a Barbara D’Urso.

“Sono preoccupato per nostra figlia”. Filippo Magnini, la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno: cosa succede al campione di nuoto