Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Francesco e Sofia scomparsi, trovati morti dopo Chi l'ha visto

“Li abbiamo trovati morti”. L’orrore dopo l’appello a Chi l’ha visto? La notizia su Sofia e Francesco

Mercoledì sera durante la puntata di Chi l’ha visto è andato in onda un servizio su Francesco e Sofia, i ragazzi scomparsi da due giorni dopo aver trascorso una serata con un amico, poi intervenuto alla trasmissione condotta da Federica Sciarelli, alla discoteca Amen di Verona.

Francesco e Sofia avevano trascorso la serata di lunedì al locale sulle Torricelle di Verona poi, in auto, una Fiat 500, avevano tappa a Peschiera del Garda, dove Francesco aveva accompagnato il suo coinquilino Oreste, che a Chi l’ha visto ha raccontato le ultime ore trascorse insieme ai due amici.

Leggi anche: Lutto per la coppia di giornalisti italiani: il figlio Francesco, 18 anni, investito e ucciso sul marciapiede

Francesco e Sofia scomparsi, trovati morti dopo Chi l'ha visto


Francesco e Sofia scomparsi a Verona, trovati morti dopo Chi l’ha visto?

“Quando Francesco mi ha lasciato a Peschiera con questa ragazza, gli ho detto di farmi sapere quando avrebbe accompagnato (con una 500 grigia targata 1AY4101, presa a noleggio da giorni) Sofia e quando poi sarebbe tornato a Verona”, ha raccontato Oreste, coinquilino di Francesco.

Francesco e Sofia scomparsi, trovati morti dopo Chi l'ha visto

Dopo la serata e dopo aver accompagnato Oreste a Peschiera del Garda, Francesco avrebbe dovuto riportare Sofia a casa, in località Gazzoli a Costermano dove la giovane abita con la famiglia e dove però la ragazza non è mai tornata. Quindi la denuncia di scomparsa e mercoledì 19 ottobre l’appello a Chi l’ha visto? In lacrime, la mamma di Francesco, che aveva provato a chiamarlo: “Aveva il cellulare spento ma senza trovare una risposta”.

Oggi la scoperta dei vigili del fuoco. Sofia Mancini e Francesco D’Aversa sono stati trovati senza vita all’interno della Fiat 500 a bordo della quale erano stati visti per l’ultima volta: l’auto, completamente distrutta, è stata ritrovata lungo una scarpata che costeggia la Strada regionale 450, tra Lazise e Affi. La cella telefonica dei loro smartphone sarebbe stata agganciata prima a Desenzano, poi tra Calmasino e Lazise. In seguito, più nulla, a causa terribile incidente stradale.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004