Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Un casino totale”. Lite tra Bruno Barbieri e Carlo Cracco, cosa è successo tra loro

Bruno Barbieri, oltre a essere uno chef apprezzato, è diventato un volto della tv. Grazie alla sua partecipazione a MasterChef si è ritagliato uno spazio importante divenendo popolare agli occhi del grande pubblico. Bruno Barbieri è anche un grande esperto di hotellerie ed è diventato anche il giudice di 4 Hotel che va in onda sempre su Sky. Barbieri è il giudice più longevo del cooking show più famoso d’Italia. Attualmente lo affiancano Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli che con il passare delle edizioni hanno sostituito Joe Bastianich e Carlo Cracco.

In molti pensavano che non fosse facile prendere il posto di questi ultimi dal momento che sono personaggi ormai particolarmente noti al pubblico. E, invece, la scelta si è rivelata giusta nel senso che – pur essendo cambiati i giudici – il pubblico si diverte lo stesso e apprezza ugualmente il programma. Bruno Barbieri ha ammesso che con Cannavacciuolo e Locatelli il clima è ben più disteso. Si frequentano anche fuori dal set, sono affiatati e si divertono insieme.


Bruno Barbieri lite con Carlo Cracco, retroscena su MasterChef

“Sono più ironici e divertenti”, ha detto sui suoi attuali colleghi Bruno Barbieri al Corriere. C’è un feeling particolare tra Barbieri e Cannavacciuolo, mentre Locatelli è quello che cerca di tenere le fila. E per fortuna c’è lui, altrimenti “io e Antonino scherzeremmo dalla mattina alla sera”, ha raccontato. C’è più complicità tra loro come giudici di Masterchef, niente litigi anzi pranzi e cene insieme: “Sono stato nel ristorante di Antonino e quel giorno hanno cucinato per me lui e proprio Locatelli. A un certo punto mi sono anche preoccupato del conto. Mi sono detto: se qui mi fanno pagare sono rovinato… Ecco, loro sono bravi bravi. Per me Antonino oggi vale tre stelle, ha una marcia in più”.

Ovviamente c’è stato spazio per raccontare qualche retroscena del rapporto con Joe Bastianich e Carlo Cracco. “Eravamo tre galli in un pollaio, ma nonostante non fosse sempre semplice ho tanti ricordi belli, divertenti – ha detto Bruno Barbieri -. Più che altro sembrava sempre di stare su un filo tirato. Non abbiamo mai litigato se non una volta, fortemente, io e Carlo parlando di un piatto di passatelli con le vongole. Ma dopo quindici minuti di casino totale, tutto è tornato ad essere come se non fosse mai successo niente”.

Infine Bruno Barbieri al Corriere ha anche raccontato com’è nata la sua passione per la cucina, partita da un desiderio di viaggiare per raggiungere il suo papà che viveva in Spagna. “Fin da molto piccolo, ho imparato a viaggiare. Questa cosa mi stimolava parecchio, oltre al fatto che forse per me aveva un significato diverso: viaggiare voleva dire raggiungere lui. Quindi a un certo punto ho pensato a un mestiere che mi permettesse di farlo” ha aggiunto, spiegando che in realtà il padre avrebbe voluto che facesse l’ingegnere”.

“Non ci riuscivo più”. E Bruno Barbieri confessa il suo momento difficile. Poi la decisione definitiva: cosa è successo


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004