Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Perché non può essere cacciato”. Enrico Montesano e Ballando, ora parla Vittorio Sgarbi

Continua a tenere banco la polemica legata alla maglietta della X Mas indossata da Enrico Montesano a Ballando con le stelle. È stata Selvaggia Lucarelli a pubblicare su Twitter la foto dell’attore che indossa la maglia con la scritta Memento Audere Semper. “Dalle immagini di ieri vedo Montesano fare le prove di Ballando con la maglietta della Decima Mas che, se a qualcuno sfugge, è una formazione militare che ha combattuto accanto ai nazisti contro i partigiani, nonché simbolo del neofascismo”, ha scritto Selvaggia Lucarelli.

Enrico Montesano ha provato a minimizzare postando una foto in cui tiene in mano la tessera del partito socialista, ma la polemica ormai era divampata e la Rai ha deciso di espellerlo dal programma: “Quanto accaduto ieri sera a Ballando con le stelle è inaccettabile. Resta inammissibile che un concorrente di un programma televisivo del servizio pubblico indossi una maglietta con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia”.

Leggi anche: “C’è anche il figlio a Ballando”. Enrico Montesano, la scoperta dopo l’espulsione. Chi è

ballando montesano difeso da sgarbi


Ballando, Enrico Montasano difeso da Vittorio Sgarbi

“Chiediamo scusa a tutti i telespettatori e, in particolare, a coloro che hanno pagato e sofferto in prima persona a causa del nazifascismo a cui proprio quella simbologia fa riferimento. È decisione, dunque, della Rai interrompere la partecipazione di Enrico Montesano alla trasmissione del sabato sera Ballando con le stelle”, si legge sul comunicato Rai. Nelle ultime ore si registra una voce fuori dal coro anche perché sul web in molti hanno criticato aspramente la scelta di Enrico Montesano.

Ballando, Enrico Montasano difeso da Vittorio Sgarbi

Dalla parte dell’attore si è schierato Vittorio Sgarbi: secondo il sottosegretario alla Cultura è una decisione ingiusta e infondata. “Penso che la Rai dovrà risarcire Montesano”, spiega Sgarbi interpellato da Adnkronos. “Non si può espellere un concorrente di un programma televisivo perché indossa una maglia con una marca di un motoscafo con scritta una massima di D’Annunzio del 1918 che quindi ha una radice pre fascista, mi sembra inverosimile”. Il critico d’arte fa riferimento al motto d’annunziano connessa all’acronimo MAS, ovvero ‘Motoscafo antisommergibili’, che divenne il fiore all’occhiello della Marina militare fascista e che ebbe un ruolo centrale durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ballando, Enrico Montasano difeso da Vittorio Sgarbi

Enrico Montesano si è giustificato spiegando che la maglietta era stata indossata sia durante le prove che durante la registrazione ed era stata visionata dai rappresentanti Rai. “Non penso che nel contratto di Montesano ci sia scritto ‘Non puoi indossare la maglia che ti pare’”, prosegue Sgarbi. “Di fronte alla prova che poteva essere tagliata e che invece è stata mandata in onda, il problema diventa meramente giuridico. Non si può punire una maglietta”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004