“Niente scuse”. Amici 21, Alessandra Celentano senza peli sulla lingua: nuovo attacco a Raimondo Todaro

Amici 21, ancora uno scontro, stavolta a distanza tra Alessandra Celentano e Raimondo Todaro. È successo nel day time di oggi. Sul rapporto tra i due insegnanti aveva parlato lo stesso Raimondo. “Le nostre non sono liti in onda, ma divergenze di opinione. Siamo due impulsivi, ma dietro le quinte tra noi ci sono solo sorrisi e stima reciproca”, aveva detto il ballerino. Certo è che la lite scoppiata intorno a Serena non sembrava proprio amichevole.


“Il tuo fisico a me non piace perché sei grossa”, aveva detto senza tanti giri di parole Alessandra Celentano alla ballerina, spiegando poi che avrebbe potuto eseguire una coreografia solo con uno dei ballerini fisicamente più prestanti. E infatti pochi giorni fa la professoressa ha deciso di mandare Serena in sfida con Alessia nella domenica di Amici 21.

alessandra celentano

Amici 21, Alessandra Celentano senza peli sulla lingua

La maestra di danza, volto del talent show di Maria De Filippi, ha le idee chiare sul prototipo di ballerino e non le ha mandate a dire neanche a Dario. Intanto oggi ad Amici 21 Alessandra Celentano ha assegnato un nuovo compito a Serena: un passo a due. Nella sua lettera non ha risparmiato una provocazione molto chiara a Raimondo Todaro.


raimondo todaro


“Spero che Raimondo questa volta non trovi scuse di alcun tipo”. Raimondo, infatti, la volta precedente si era rifiutata di far esibire Serena nel passo a due poiché era stata messa in sfida. Il passo a due assegnato da Alessandra Celentano prevede come suo partner Dario, mentre le volte scorse era stato designato Christian uno degli allievi più seguiti di Amici 21.

alessandra celentano


Le critiche piovuta addosso da una parte del pubblico di Amici 21 erano stata spedite indietro da Alessandra Celentano. “Perché dare le colpe a tutto quello che vi circonda, sapendo dove siete? – aveva detto la professoressa agli allievi– Perché Amici non esiste da un anno, esiste da 20 anni. E voi sapete dove andate, sapete cosa andate a fare, vi rendete conto quanto è difficile sotto tutti i punti di vista: che è una grande crescita sia a livello personale, tecnico, di danza. Per me è una grandissima esperienza, però voi tendete sempre a dare la colpa a tutto quello che vi circonda”.