Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ho perso mia figlia di 3 anni”. Lo choc della mamma al parco: l’allarme e poi quel video che la salva

  • Storie
“Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”

Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”. Questa è l’incredibile vicenda di una mamma e di sua figlia di appena 3 anni. La donna ha condiviso la sua esperienza di aver ritrovato la figlia scomparsa grazie a un consiglio appreso su TikTok. La ragazza ha voluto condividere la sua esperienza per avvisare altri genitori di questo metodo. Ha raccontato la sua storia su TikTok, sperando che potesse aiutare altri genitori nel caso in cui si trovassero in una situazione simile.

>> “È una strage”. Incidente choc: scontro con un camion, il bus prende fuoco. 19 morti carbonizzati

Durante una visita al Center of Science and Industry di Columbus, Ohio, sua figlia Lily, di 3 anni, è scomparsa. Piper Grundey ha ricordato un suggerimento su TikTok che consigliava di descrivere a voce alta l’aspetto di un bambino scomparso invece di chiamarlo per nome. Così, ha iniziato a gridare: “Bambina, maglietta rosa, Minnie Mouse”, descrizione che corrispondeva all’abbigliamento di Lily quel giorno.

“Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”


“Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”

Altri genitori hanno iniziato a ripetere la descrizione e a cercare Lily, che è stata ritrovata in pochi secondi. Piper Grundey ha poi raccontato la sua vicenda in un video per divulgare ancor di più questa pratica che risulta vincente. Anche il Center of Science and Industry ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la sicurezza dei suoi ospiti è la loro massima priorità e ha condiviso la sua procedura per localizzare i bambini scomparsi all’interno della struttura.

“Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”

Ha anche ringraziato Piper Grundey per aver condiviso la sua esperienza. Gli esperti concordano sul fatto che il consiglio di Piper di chiamare la descrizione del bambino e non solo il suo nome è uno strumento fondamentale per aiutare a trovare un bambino scomparso.

@krista.piper I lost my 3 year old todah in a play place and thank god for tiktok – I’m so happy i saw that tiktok of what to do when your kid goes missing. I found her fast by raising my voice and saying a description of what she was wearing. Should have added her age or hair color but the description if little girl with pink minnie mouse shirt got thr job done finding her. #parents #parentsoftiktok #playplace ♬ original sound – Krista | Booktok | Home life
“Ho perso mia figlia al parco, ritrovata grazie a un video”

Callahan Walsh, direttore esecutivo del Centro nazionale per i bambini scomparsi e sfruttati, ha condiviso tre consigli che i genitori possono utilizzare sia prima che dopo la scomparsa di un bambino: condividere la descrizione del bambino, scattare una foto del bambino prima di andare in luoghi affollati e avvisare immediatamente le autorità e gli altri in caso di scomparsa.

Leggi anche: “Trovati morti abbracciati”. Il gesto eroico del papà, poi il dramma in casa. Cosa è successo in quei terribili istanti


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004