Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
malore improvviso Andrea Simeoni muore

“Non è possibile”. Malore choc, Andrea muore a 27 anni: soccorsi inutili

  • Italia

Un malore improvviso si è preso la vita di Andrea Simeoni, 27 anni. Abitava nell’alto vicentino tra Zugliano e Thiene. Uno choc per due comunità che non riescono a darsi pace. A quanto si apprende Andrea si era sentito male senza nessuna avvisaglia. Si era accasciato a terra senza più dare segni di vita. Il suo cuore, purtroppo, ha smesso di battere. Tantissimi messaggi di condoglianze e di ricordi. In molti si sono stretti attorno ai genitori in questo momento di dolore.


“Siamo vicini alla famiglia in questo momento di grande dolore: la perdita di un ragazzo così giovane è un dramma che mi lascia sgomento e che rattrista l’intera comunità”, dichiara al Giornale di Vicenza il sindaco di Thiene, Giampi Michelusi. Cordoglio anche da parte del primo cittadino di Zugliano, Sandro Maculan. “Manifestiamo la nostra vicinanza, scontata in questa triste circostanza, ma anche doppia. È una perdita tragica”.

Leggi anche: Choc in spiaggia, si accascia e muore sotto gli occhi del marito: soccorsi inutili

malore improvviso Andrea Simeoni muore



“È una notizia che ci ha distrutti. Andrea era una persona alla quale non potevi non voler bene. Riservato, ma che sapeva ascoltare. Mancherà a tutti”, scrivono gli amici. Grande appassionato di basket faceva parte della Fulgor Thiene. Negli ultimi mesi era stato costretto a fermarsi a causa di un problema al ginocchio. Purtroppo tragedie del genere non sono nuove.

malore improvviso Andrea Simeoni muore


L’arresto cardiaco improvviso si verifica a causa di un’aritmia quando il cuore batte a un ritmo così elevato da cominciare a vibrare, cessando di pompare il sangue al corpo e al cervello. In assenza di un immediato intervento, può portare al decesso nell’arco di pochi minuti. I sintomi dell’infarto fulminante insorgono in maniera repentina.

malore improvviso Andrea Simeoni muore


Dolore al petto, senso di stordimento, vertigini, sudorazione, fiato corto, nausea, vomito, senso d’ansia travolgente ecc. Data la velocità con cui può dar luogo a complicanze fatali per il paziente, l’infarto fulminante richiede una diagnosi e un trattamento immediati.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004