“Quando tra due anni Harry e Meghan Markle si lasceranno…”. Parla l’esperta della royal family Penny Junior

Nei giorni scorsi è andata in onda anche nel Regno Unito – e in Italia su Tv 8 – l’attesa intervista di Meghan Markle e dal principe Harry d’Inghilterra alla conduttrice Oprah Winfrey, che era già stata trasmessa domenica negli Stati Uniti e che aveva avuto 17,1 milioni di spettatori.

Una intervista terremoto finita sulle prime pagine dei quotidiani britannici, che hanno descritto una casa reale scossa e in subbuglio, in particolare dalle accuse di razzismo, definite ”drammatiche” dal Times e ”devastanti” dal Guardian. “Nei mesi in cui ero incinta del mio primo bambino – ha raccontato Meghan Markle – ci dissero che non gli sarebbe spettato nessun titolo né gli sarebbe stata garantita la sicurezza”. E ancora: “C’erano anche preoccupazioni e conversazioni su quanto sarebbe stata scura la sua pelle quando fosse nato”, ha spiegato l’ex attrice senza precisare chi parlasse di questo ma riferendo di averlo saputo attraverso Harry, che poi ha detto che la frase non è stata pronunciata né dalla nonna, la regina Elisabetta, né dal principe Filippo. (Continua a leggere dopo la foto)


Dopo l’intervista la casa reale è intervenuta con un comunicato ufficiale: “Tutta la famiglia è rattristata nell’apprendere quanto siano stati difficili gli ultimi anni per Harry e Meghan”, si legge. “Le problematiche sollevate, in particolare quella relativa al razzismo, sono molto preoccupanti. Sebbene qualche ricordo potrebbe variare, sarà tutto preso molto seriamente e affrontato dalla famiglia in privato. Harry, Meghan e Archie saranno sempre membri della famiglia molto amati”, conclude il testo.

Sul caso è intervenuta anche Penny Junior, giornalista ed esperta di casa Windsor spiega a La Repubblica che quella della famiglia reale è stata “una risposta perfettamente lavorata. Ottima per la sua brevità. Meno è, meglio è”. Inoltre, continua Junior, “sarei sorpresa se li risentissimo parlare di quello che è successo. Questo però dipenderà dai duchi. Hanno reso pubbliche le questioni familiari. Immagino che sarà difficile per la famiglia fidarsi nuovamente di loro”. (Continua a leggere dopo la foto)

La giornalista ha commentato anche le accuse di razzismo: “Seguo la famiglia reale da 40 anni e non ho mai visto o sentito nulla che mi facesse pensare al razzismo. Quello che trovo offensivo è il modo in cui nell’intervista, sia Meghan che Oprah, abbiano insistito su questo tema. E cioè, qualcuno avrebbe fatto una domanda sul colore della pelle di Archie. Questo non è razzismo. Io credo sia un interesse completamente normale quando si parla di una coppia mista che sta per avere un bambino”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Poi il commento su Harry: “È completamente cambiato. Non lo riconosco più. Non mi piace dire che Meghan ha una brutta influenza, perché lui la ama molto. Ma non è sicuramente felice. È arrabbiato. Il dolore per la morte di sua madre è irrisolto, e lui se la prende con la ‘Ditta’ e il padre”. La giornalista si domanda: “Ma se tra due anni questo matrimonio fallisce, cosa farà Harry?”.

Ma anche la storia del suicidio non convince l’esperta della casa reale: “Sarà vero? A me l’intervista sembrava una replica di quella di Diana. Una performance per conquistarsi le stesse simpatie della principessa del Galles. E infatti in America tutti le hanno creduto”, ha concluso.

 

Harry e Meghan Markle, la mossa estrema della regina Elisabetta. Rotto il silenzio dopo l’intervista-terremoto