Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Il dettaglio sul carro funebre

“Avete visto? Non dovevano”. Regina Elisabetta, l’assurdo dettaglio sul carro funebre fa rabbrividire

  • Costume

Il dettaglio sul carro funebre che ha trasportato la regina Elisabetta fino alla cattedrale di St. Giles a Edimburgo, dove rimarrà esposto fino alle 17 (ora locale) non è passato inosservato agli attenti ‘royal watcher’. Intanto Londra si prepara ad accogliere il feretro della sovrana morta nel pomeriggio dell’8 settembre nel castello di Balmoral.

In serata è previsto il volo su un RAF C17 . È un aereo molto usato: ha trasportato la maggior parte delle 15mila persone che abbiamo evacuato da Kabul l’estate scorsa. E, da allora, è stato usato per il trasporto aereo di aiuti umanitari per sostenere l’Ucraina”, ha dichiarato a Sky News il capo della Royal Air Force Sir Mike Wigston.

Il dettaglio sul carro funebre


l dettaglio sul carro funebre della regina: polemica per l’auto

Parlando della regina, Wigston l’ha definita ”’incarnazione di una vita di servizio” che le forze armate ”cercano tutte in qualche modo di emulare”. Il carro funebre arriverà in serata e da mercoledì 14 settembre fino a domenica sarà aperta la camera ardente a Westminster Hall. Il principe di Galles William e la principessa Kate aspetteranno il feretro della regina Elisabetta a Buckingham Palace, mentre la bara sarà accolta da re Carlo III.

Il dettaglio sul carro funebre

Come detto in apertura, in molti hanno notato un dettaglio sul carro funebre di Elisabetta II. Un vero e proprio ‘schiaffo’ visto che l’auto usata per trasportare il feretro della sovrana più longeva della Gran Bretagna non era inglese, ma tedesca, cosa che ha fatto sussultare in molti. La scelta del carro funebre è stata alquanto sorprendente per un motivo ben preciso.

Il dettaglio sul carro funebre della sovrana ha fatto storcere il naso perché l’auto che trasporta le spoglie era una Binz H4 della W212-generation Mercedes E-Class. Non una macchina britannica, bensì tedesca. Come molti sanno, la regina Elisabetta amava guidare, è stata un meccanico durante la Seconda Guerra Mondiale e preferiva auto come Land Rover, Jaguar, Bentley, Rolls-Royce. Un’altra polemica è stata sollevata dal Daily Mail: sui finestrini è rimasto in bella mostra il logo dell’agenzia funebre di William Purves.

“William sì, lui no”. Harry, scoperta l’ultima umiliazione di Carlo dopo la morte della regina


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004