veronica gentili conduttrice carriera televisione cinema teatro

La stagione magica di Veronica Gentili. Tre talk e un futuro pieno di sorprese

Un’estate al massimo! Questa la verità su Veronica Gentili, ex attrice ora giornalista per “Il Fatto Quotidiano” e conduttrice su più fronti (e diverse reti) del gruppo Mediaset. Ella ha cominciato il 7 giorni su 7 a fine giugno con “Stasera Italia” (news, speciale e weekend) per poi prendersi la prima serata il lunedì con “Controcorrente” (stesso canale) e spostarsi, sempre in prime time, su Italia Uno, i martedì con “Buoni o Cattivi” che precede “Le Iene”.

veronica gentili conduttrice carriera televisione cinema teatro

Veronica Gentili, il volto che convince in tv

Ma l’esperimento vincente di “Controcorrente” è oggi suo programma definitivo che va a sostituire il weekend di Stasera Italia. A Cologno Monzese c’è chi crede in lei e, a quanto pare, gli ascolti non tradiscono le aspettative. Punte record al Palatino di 6,5 e 7% per l’access e sovente il 6% per il “prime”. Vince su La7 (diretta competitor di fascia orario) in maniera assidua.


Fisso oltre un milione di utenti (fino a 1.400 mila in alcune occasioni) e un interesse che cattura i giovani anche su temi di politica e attualità. A Sulmona si è aggiudicata il premio per “il linguaggio e lo stile” dinamico e accattivante, mentre Forbes l’ha inserita nel 2020 tra i 100 “volti” femminili di successo del panorama nazionale.

veronica gentili conduttrice carriera televisione cinema teatro

Questa sera, nel docu-reality “Buoni o Cattivi” (che affronta il disagio della new generation) si cimenterà in un faccia a faccia con l’influencer e anchorwoman sportiva di Dazn Diletta Leotta (ex di Can Yaman), la quale, a quanto si apprende dai rumors, si è trovata alla prese con foto “scomode” che, in un certo periodo della sua vita, le hanno tolto il sonno. Ma “Rosa Sangue” (titolo della seconda puntata) è soprattutto dedicata alla violenza sulle donne, ai femminicidi, al revenge porn e al body shaming, contenuti caldissimi nella nostra società.

E anche se attualmente la vediamo trattare con dimestichezza ed estrema bravura la “cosa pubblica” (timoniera dal 2018) non va dimenticato che Veronica Gentili proviene dal mondo sia dell’arte che della recitazione. E’ infatti cresciuta nelle gallerie d’arte romane, tra Fontana e Castellani, ma si è poi diplomata all’Accademia d’arte Drammatica Silvio d’Amico.

veronica gentili conduttrice carriera televisione cinema teatro

È stata presente in serie, fiction, lungometraggi e produzioni internazioni dalle firme illustri: Muccino, Sollima, Proietti, Lucarelli, Haggis, Morelli e Giannini Jr. Il suo debutto è avvenuto al “Globe Theatre” Silvano Toti di Gigi Proietti. Ha concepito anche una godibile pubblicazione lo scorso novembre dal titolo “Gli Immutabili” per “La nave di Teseo” di Eco e Sgarbi (Elisabetta), diario di una pandemia che ha travolto e stravolto l’umanità.

E alla domanda su come riesca a far coesistere il suo passato tra dipinti, set, palcoscenici e l’impegno in tv alle prese con virologi, ministri ed opinionisti, lei non esiterà a rispondervi che: “Non credo ai compartimenti stagni. Mi lascio permeare dal mondo prima di raccontarlo. Amo i collegamenti, i rimandi, le contaminazioni tra discipline”.

(M.C.)

Pubblicato il alle ore 12:12 Ultima modifica il alle ore 12:58