Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
sossio aruta insultato offese

Sossio Aruta, gioia e poi “grande tristezza”: insultato e deriso. Non se l’aspettava

Sossio Aruta è riuscito a realizzare il suo sogno: tornare su un campo da calcio da giocatore. All’età di 52 anni, e dopo un periodo di difficoltà, l’ex protagonista di UeD e del GF Vip, il cavaliere ora veste la maglia del Qualiano e, proprio in occasione dell’ultima partita, è riuscito anche a mettere a segno la sua prima rete.

Un grande successo e una grande soddisfazione per il compagno di Ursula Bernardo. Sentimenti, questi, subito spazzati via da una forte “tristezza” per quello che è accaduto in campo. Così racconta su Instagram sotto al video del gol realizzato contro il Tre Torri San Marcellino.

Leggi anche: “Non me lo aspettavo”. Sossio Aruta, alla fine è successo. E informa tutto il suo pubblico


Sossio Aruta insultato: “Tristezza”

A proposito di gol, l’obiettivo di Sossio Aruta, detto anche il Re Leone, è arrivare a quota 400 reti segnate in carriera. ”Me ne mancano 20”, aveva detto il giorno dell’annuncio da parte del club campano. E ora sono già diventati 19, visto che al suo esordio col Qualiano ha subito segnato. Gol amaro, in un certo senso, però, dopo aver subito offese dai suoi avversari in campo.

“Non sono mai stato un campione, ma sicuramente il mio cuore e la mia passione è più grande di tanti campioni – scrive nella didascalia del video del gol – A 52 vorrei essere solo un esempio per tanti giovani, non bisogna mai mollare. In primis lo dico ai miei figli entrambi calciatori, mi dispiace che ancora oggi alla soglia dei 52 anni vengo offeso, insultato e provocato dai difensori e non solo, deriso per Uomini e Donne e il Grande Fratello e bla bla…”.

sossio aruta insultato offese
sossio aruta insultato offese

“Peccato che ho una carriera alle spalle di 46 anni fatta di tante soddisfazioni – continua nel post Sossio Aruta -, ho giocato ovunque tranne in Serie A, ho fatto gol ovunque, 381 per l’esattezza… ho fatto gioire tanti tifosi… ho fatto esplodere curve e stadi per le mie gesta… che tristezza questi giocatori di oggi… sono la rovina del calcio, presuntuosi e scarsi allo stesso tempo… continuerò ad essere protagonista della mia vita, voi spettatori della vita altrui”, conclude.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004