“Non ce la faccio, la mia vita è cambiata”. Mara Venier salta Domenica in, i problemi dopo intervento e paresi

Sono ore drammatiche per Mara Venier. La conduttrice di ‘Domenica In’ sta vivendo un incubo a causa di un intervento chirurgico che pareva semplicemente di routine. Si è sottoposta ad un’operazione ai denti per inserire un impianto, ma qualcosa è andato storto e la situazione si è improvvisamente complicata.

“Sono stata operata due volte ai denti, volevo dirvelo. Ho fatto un lungo intervento da un dentista qui a Roma e nei giorni successivi non è andato niente bene. Io non so quanto tempo ci vorrà ma io voglio essere qua e voglio superare questo trauma psicologico che ho subito. Voglio condividere l’incubo che sto vivendo. Ho perso completamente la sensibilità di parte del mio viso bocca, gola, labbra, mento. Speriamo di evitare un’altra operazione”, ha raccontato l’8 giugno tramite i social.

Mara Venier intervento denti

Tutto è iniziato il 31 maggio, quando Mara Venier si è recata da un dentista per un impianto. “Doveva essere una cosa veloce. È stato un intervento di 8 ore. Sono tornata a casa distrutta”, racconta in una intervista rilasciata al Corriere della Sera. Ma nei giorni seguenti ha continuato ad avere la “faccia bloccata”.


Mara Venier intervento denti

Dimessa dall’ospedale, dove è stata ricoverata per la rimozione dell’impianto dentale, Mara Venier ha raccontato il suo calvario sulle pagine del Corriere della Sera. Alla giornalista del Corriere, Mara Venier ha annunciato uno stop, non sarà alla conduzione della prossima puntata di Domenica In: “Assolutamente no. Proprio non ce la faccio. Voglio pensare a curarmi”.

Mara Venier intervento denti
Mara Venier intervento denti

Poi lo sfogo amaro e la paura: “Le mie giornate sono davvero terribili: qui a casa a Roma, mangio solo gelati, parlo poco, non dormo la notte, ho continui attacchi di panico. Venerdì ho un altro controllo, altri esami. La vita cambiata. Come se fossi in anestesia totale. Però spero di riuscire ad andare in onda domenica 20 giugno”.