Lulù Selassié ricorda seid visin

“Questa va sbattuta fuori”. GF Vip: Katia Ricciarelli, l’accusa è forte. Lulù e Miriana spiegano tutto

Dopo la diretta di venerdì, nella casa del GF Vip sembra essere tornata un po’ di pace. E ora, nei giorni successivi, è momento di bilanci. Nessuno è uscito nonostante le varie promesse di abbandono e nessuno per il momento ha incaricato qualche avvocato di imbastire una causa. Come saprete, per il caso ‘razzismo di Katia Ricciarelli su Lulù Selassié‘, Alfonso Signorini è entrato nella casa del GF Vip per ristabilire la calma tra i vipponi e sembra esserci riuscito.

Tuttavia sono molte le persone deluse dalla mancata squalifica della cantante e tra questi c’è ovviamente Lulù Selassié. La giovane, durante un momento di confidenze con Miriana Trevisan, ha rivelato che avrebbe voluto vedere Katia Ricciarelli uscire dal reality per quelle brutte frasi che le ha rivolto. La ragazza ha tirato in ballo i giovani con origini straniere che si tolgono la vita per il razzismo ed ha parlato anche del caso di Seid Visin.

Lulù Selassié ricorda seid visin

Lulù Selassié ha detto: “Tesoro la verità è che sono molto amareggiata perché io pensavo che la sbattevano fuori Katia Ricciarelli. È un messaggio orribile questo che è passato. Questa estate un ragazzino non italiano, guarda caso proprio etiope si è tolto la vita, 15 anni aveva, perché gli dicevano di tornare al suo paese, voleva fare il calciatore e invece alla fine ha preferito farla finita. Sono cose che succedono sul serio, tutto per colpa di frasi di quel genere”.


Lulù Selassié ricorda seid visin

Come qualcuno ricorderà, i media inizialmente hanno dato la notizia della morte di Seid Visin riportando il razzismo come motivo del gesto estremo. Tuttavia, Lulù Selassié sbaglia ad accostarlo a un caso di razzismo, perché lo scorso giugno i genitori del ragazzo hanno escluso che dietro al gesto del figlio ci potesse essere qualsiasi forma di discriminazione.

Lulù Selassié ricorda seid visin

“‘Il gesto estremo di Seid non deriva da episodi di razzismo’. Queste sono le parole del papà e della madre della giovane promessa del calcio. I genitori – questo lo dice invece il servizio di Telenuova – escludono con fermezza quindi ogni correlazione tra il gesto e la pista razzista o discriminatoria, e arrivano a parlare di strumentalizzazione delle parole di Seid”. Lulù Selassié avrebbe potuto attingere a tanti altri casi, ma non questo, quindi.