Questo sito contribuisce alla audience di

Loredana Bertè, gaffe incredibile: l’omaggio alla memoria di Ennio Morricone è un disastro. Cosa è successo

Brutta figura per Loredana Bertè, la cantante protagonista di una gaffe sui social che non è passata inosservata. Loredana Bertè ha voluto dedicare come tanti altri grandi artisti italiani un pensiero alla memoria di Ennio Morricone. Peccato che le cose non siano andate come avrebbe voluto o come, sicuramente, era nelle intenzioni.

Nel dettaglio Loredana Bertè ha omaggiato il collega con una colonna sonora che non è stata composta da lui. Loredana Bertè ha condiviso un errato link Youtube che attribuisce a Morricone la paternità della soundtrack de Il Padrino. Ma a curare le musiche del capolavoro di Francis Ford Coppola (uscito negli anni Settanta) è stato un altro grande compositore italiano, il defunto Nino Rota (deceduto nel 1979). Una gaffe bella e buona che è stata subito notata dai fan della pellicola, che hanno prontamente replicato su Facebook, dove l’errore è apparso sul profilo ufficiale dell’artista dai capelli blu. Continua dopo la foto


Tanti, quasi tutti, hanno subito fatto notare a Loredana lo sbaglio, alzando un vero e proprio polverone con Loredana Bertè presa di mira. Qualche minuto dopo il post è stato rimosso: la Bertè scriverà un nuovo omaggio a Morrione? Sicuro il maestro non avuto bisogno ha pensato da solo a scrivere il suo necrologio. Continua dopo la foto

“Io, Ennio Morricone, sono morto”. Si apre così il necrologio che Ennio Morricone ha scritto e che il legale Giorgio Assumma ha letto ai cronisti. “Lo annuncio così a tutti gli amici che mi sono stati sempre vicini e anche a quelli un po’ lontani, che saluto con grande affetto. Impossibile nominarli tutti. Ma un ricordo particolare è per Peppuccio e Roberta, amici fraterni molto fraterni in questi ultimi anni della mia vita. C’è solo una ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma privata: non voglio disturbare nessuno”, le parole di Morricone lette dall’avvocato. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
“Voglio ricordare con amore le mie sorelle e i loro cari e far sapere loro quanto gli ho voluto bene. Un saluto intenso e profondo ai miei figli, mia nuora, i miei nipoti. Spero che comprendano quanto li ho amati. Per ultima Maria, ma non ultima. A lei rinnovo l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare. A lei va il mio più doloroso addio”, prosegue il legale leggendo il messaggio del Maestro. Il decesso, spiega Assumma, è avvenuto alle 2.20 per “complicazioni post-operatorie” dopo una caduta in cui Morricone ha riportato la frattura del femore. “Quando è stato scritto il necrologio? Lo ha scritto prima che cadesse, prima che si facesse male. Evidentemente già sentiva che qualcosa…”, aggiunge.

Ti potrebbe interessare: “Sembri sua nonna”. Federica Panicucci demolita, mette una foto in rete con il fidanzato e succede il putiferio