L’etologo: “L’orsa Daniza non è pericolosa”

Il comportamento dell’orsa Daniza, che a ferragosto ha ferito un cercatore di funghi in Trentino, “è perfettamente normale, e non è affatto indice di pericolosità dell’animale”. È il parere dell’etologo Roberto Marchesini contenuto in una relazione consegnata da alcune associazioni ambientaliste al ministero dell’Ambiente. Secondo l’esperto, “per considerare deviante un comportamento animale deve esserci una aggressione non motivata che avviene al di fuori dell’habitat naturale, mentre nel caso dell’orsa queste condizioni non si sono verificate. Cercare funghi è ovviamente un’attività che porta l’essere umano a frequentare luoghi silvestri dove è possibile entrare in rapporto con gli animali che vi dimorano sulla base di precise esigenze ecologiche – scrive l’esperto – come peraltro compreso dai piani di reintroduzione. Sia chiaro: se si mette in discussione questo punto è lo stesso progetto di reintroduzione che decade’’.