“Lei camminava con le gambe divaricate…”. Choc al Live Non è la D’Urso, viene fuori la verità sul fattaccio: “Era stata abusata”. Barbara D’Urso con le lacrime agli occhi

Come abbiamo detto, durante l’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso, è successo un po’ di tutto. Ma la cosa che ha fatto più scalpore è senza dubbio la vicenda che ruota attorno all’imprenditore milionario Alberto Genovese, accusato di aver abusato di una 18 enne dopo averla drogata durante un party a casa sua a Milano. Vicenda che in queste ore, si fa ancora più inquietante. I magistrati stanno indagando a tutto campo e piano piano emergono altri dettagli raccapriccianti non solo relativi a quella notte. Altre vittime stanno iniziando a testimoniare e a denunciare.

L’inchiesta si allarga coinvolgendo anche il braccio destro di Genovese, Daniele Leali, e l’ex fidanzata dell’imprenditore Sarah Borruso, che a quanto pare è stata diverse volte parte attiva nel circuire le vittime. Al programma domenicale di Barbara D’Urso è comparsa Kristina, una testimone che ha partecipato diverse volte alle feste di Alberto Genovese. “Ho deciso di parlare. Tutti lo coprivano perché purtroppo spesso erano ragazze straniere, modelle, che neppure sapevano cosa accadeva. Nessuno nel giro di Genovese ha parlato perché tutti ci guadagnavano, spesso le ragazze sono modelle straniere”. (Continua a leggere dopo la foto)


E ancora: “Vengono solo per qualche settimana a Milano e poi vanno via. – ha detto la ragazza – La prima volta che ho conosciuto Genovese avevo 18-19 anni. Sono finita a casa sua per caso, era giorno”. Parte attiva nel coinvolgere le ragazze in party e cene sono i “modellari”. Ci ha pensato Katrina a spiegare il loro ruolo: “Sono dei ragazzi che vanno ai casting e cercano delle ragazze per delle cene o per delle feste. Spesso le ragazze sanno che c’è droga a queste feste. Io ho frequentato Alberto Genovese per due anni”. (Continua a leggere dopo la foto)


Poi continua a raccontare la ragazza: “Un ‘modellaro’ mi disse ‘andiamo in piscina’ e invece sono finita a casa di Alberto Genovese”. Poi il racconto è entrato nel dettaglio: “Ho preso il suo aereo molte volte per andare a Ibiza. – ha raccontato Kristina – Una di queste eravamo quattro ragazze (di cui tre modelle), un ragazzo e appunto Alberto Genovese. Una di loro, che veniva dalla Lituana, ha cominciato a provarci con lui. Dopo poche ore si sono chiusi in camera e non li abbiamo visti per tre giorni. Poi loro sono andati a Formentera. Io non sapevo che la ragazza fosse rimasta a casa”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
E dice: “Gli altri sono andati via, noi l’abbiamo poi ritrovata in una camera, a letto, aveva vomitato ed era addormentata nuda fra i suoi escrementi. Non so cosa sia successo, posso supporre. L’hanno messa sotto la doccia, dov’è rimasta per un’ora. Non ha voluto un’ambulanza, forse perché aveva assunto droghe. Ha smesso di parlare, camminava a gambe divaricate, immaginiamo tutti il perché, una scena che non posso dimenticare”.

Ti potrebbe anche interessare: “Ti tiro per i capelli!”. Caos a Non è l’arena, Nunzia De Girolamo è una furia: “Le querele sono partite”. Giletti costretto a intervenire: cosa è successo

Pubblicato il alle ore 12:18 Ultima modifica il alle ore 13:14