“No, mai…”. Mara Venier, imbarazzo in diretta con Ilaria Capua. La virologa senza parole

“Il vaccino non sarà la soluzione, bisogna toglierselo dalla testa”. Sono le parole di Ilaria Capua, direttore dell’One Health Center of Excellence dell’Università della Florida, a Domenica In. “Stiamo vivendo una situazione che non riguarda solo l’Italia o l’Europa. Riguarda tutto il mondo, è un quadro molto complicato. Il virus non guarda in faccia nessuno, il controllo della situazione dipende da noi, da ogni singolo individuo”. E ancora: “Il virus ha un raggio di contagio limitato, bisogna rispettare le regole e attuare le misure di prevenzione che servono a ridurre il rischio”, dice la scienziata.

“Il virus è lo stesso della scorsa primavera, non si è indebolito e non si è neanche incattivito. E questo è un bene: non ci possiamo immaginare fughe in avanti dal punto di vista dell’aggressività, è stabile dal punto di vista genetico. Abbiamo 9 mesi di esperienza nella gestione della malattia e nell’attuazione delle misure”, aggiunge. Poco dopo la scienziata ha dichiarato: “Bisogna fare il vaccino anti influenzale, come sono sicura che Mara ha già fatto”, “no, io non l’ho mai fatto in vita mia”. (Continua a leggere dopo la foto)


Insomma, un momento di leggero imbarazzo quando la Capua ha aperto il capitolo dei vaccini cercando man forte da parte di Mara Venier, che però le ha dato una risposta contraria al suo ragionamento. Nonostante il piccolo incidente, la virologa ha fatto il punto della situazione sull’epidemia da coronavirus che non è stata ancora sconfitta. (Continua a leggere dopo la foto)

“Stiamo vivendo una situazione che non riguarda solo l’Italia o l’Europa – ha detto la dottoressa – Riguarda tutto il mondo, è un quadro molto complicato. Il virus non guarda in faccia a nessuno, il controllo della situazione dipende da noi, da ogni singolo individuo. È lo stesso della scorsa primavera, non si è indebolito e non si è neanche incattivito”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
“Noi eravamo pronti – ha dichiarato la Capua – come comunità scientifica a rispondere ad una pandemia provocata da un virus sconosciuto. Già facevamo fatica a convincere i politici del rischio pandemico legato all’influenza, siamo partiti a fatica con la produzione del vaccino perché non c’era nulla. È tutto nuovo – ha chiosato – siamo partiti con grande investimenti e stiamo arrivando per fortuna”.

Ti potrebbe anche interessare: “È proprio quello!”. Meghan Markle come Lady Diana. Lo hanno visto tutti, impossibile non notare quel particolare