“Cambia tutto”. Striscia la Notizia torna in tv, ma con una grande novità. C’è anche lui

Dopo la lunga pausa estiva torna Striscia la Notizia. Il tg satirico di Canale 5 arrivato all’edizione numero 32. Un traguardo forse impensabile quando, 31 anni fa, Antonio Ricci diede vita a questa creatura. La prima coppia che siederà dietro il bancone sarà quella formata da Ezio Greggio e Michelle Hunziker, cui seguiranno Greggio con Enzo Iacchetti, Ficarra e Picone (da gennaio) e infine Gerry Scotti con Michelle. Nuovi inviati («la prima spedita al macello sarà Erica, una calabrese, poi ci sarà Philippe Daverio, che farà una mappa dei musei d’arte gratis in Italia») e solide conferme come il trasformista Dario Ballantini («Sarà un Conte di Montecristo con lingua biforcuta e vendicativo») e Valeria Graci nei panni dell’ecologista Greta. Le veline? Sempre loro, Shaila e Mikaela.

A fare da notizia, immancabilmente, lo Strapaese della casta politica e degli italiani comuni: «Il colpo di scena ordito da Renzi ci invoglia a ricominciare spiega Ricci Di satira viviamo e oggi ci viene in aiuto la tecnologia: con un’applicazione pazzesca faremo dire ai politici quello che vogliamo noi. La gente sarà nel dubbio di trovarsi sullo schermo il personaggio reale». Continua dopo la foto


Un’app simile è stata utilizzata all’estero, creando problemi legali a coloro che l’hanno usata su Putin e Trump. «Il Conte 2 ci darà molte gioie assicura Ricci – nasce in maniera acrobatica e tutti non aspettano altro che il premier manchi la presa e cada». Su Sanremo, Ricci è chirurgico: «Amadeus? Ci piace, gran lavoratore. Se è un merito condurre il Festival, lui lo merita. Non è un Baglioni, personaggio noioso, mieloso, che se la canta e se la suona». Continua dopo la foto

Antonio Ricci: Una delle menti più geniali della TV italiana, di cui ha scritto un pezzo di storia con programmi cult come Drive In e Striscia la notizia. Nato ad Albenga, in provincia di Savona, il suo precoce talento di autore televisivo lo vede protagonista a 29 anni della prima serata di Raiuno, con il varietà Fantastico, di cura tre edizioni (1979, 1981 e 1982), stringendo un felice sodalizio artistico con l’allora emergente Beppe Grillo. Continua dopo la foto



{loadposition intext}
Negli anni Ottanta diventa l’autore di punta di Mediaset, inizialmente con “Drive In” (1983-88), primo varietà comico-satirico della TV, e in seguito con il tg satirico “Striscia la notizia” (in onda al 1988). Il più recente esperimento firmato da lui è la trasmissione Giass (2014), condotta dal duo comico Luca e Paolo.

Ti potrebbe interessare: “Gli ufo esistono, ecco le prove”. La Marina degli Stati Uniti divulga questo video e il mondo rimane senza fiato