“Gli ufo esistono, ecco le prove”. La Marina degli Stati Uniti divulga questo video e il mondo rimane senza fiato


Nessuno sa con precisione cosa siano. Ma senza dubbio quegli oggetti c’erano e non erano bufale. Tre Ufo autentici. La Marina Militare degli Stati Uniti non usa mezzi termini: per anni ha analizzato tre filmati realizzati dai alcuni piloti, giungendo alla stessa conclusione: “Non siamo stati in grado di riconoscere quei velivoli”. Insomma, si tratta di autentici Ufo. Per la precisione, i tre oggetti sono stati classificati come “fenomeno aereo non identificato” (l’acronimo utilizzato è Uap, Unidentified Aerial Phenomena).

Ed è la prima volta che gli Usa fanno ufficialmente riferimento agli oggetti volanti non identificati, cioè gli Ufo. Ovviamente non c’è alcuna traccia di creature aliene, quindi saranno un po’ delusi i fautori della presenza saltuaria di altri mondi nell’atmosfera terrestre. Ma il riferimento a tre Ufo non è poca cosa. I tre filmati con la prova dei velivoli non identificabili sono diventati di dominio pubblico: noti come Flir1, Gimbal e GoFast, sono stati realizzati in tempi diversi. Continua a leggere dopo la foto







Il 14 novembre 2004 il primo avvistamento, gli altri due il 21 gennaio 2015: uno dei tre video è stato girato da parte dell’equipaggio di un cacciabombardiere F/A 18. Sta di fatto che le osservazioni del gennaio 2015 sono collocate tra la Florida e la Georgia in un’area prossima al Navy’s atlantic undersea test and evaluation center (Autec), un centro militare all’avanguardia della tecnologia e attrezzato con sofisticati sistemi di monitoraggio aereo e marittimo, nessuno dei quali ha rilevato la presenza di velivoli anomali. Continua a leggere dopo la foto




Per la prima volta un’organizzazione militare di così ampio valore conferma la tesi dei fenomeni inspiegabili. La domanda (ma soprattutto l’assenza di una risposta plausibile) crea non poca apprensione tra i vertici militari statunitensi, perché è indubbia l’autenticità del filmato realizzato dal pilota durante un volo di addestramento. Continua a leggere dopo la foto


 


Quegli oggetti volanti non sono mai stati intercettati dagli strumenti. O almeno così sembra, visto che i dati tecnici rilevati durante l’incontro ravvicinato tra aereo militare e Ufo restano un segreto. È il primo passo alla conferma degli extraterrestri?

Ti potrebbe anche interessare:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it