Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
rudy zerbi rimpiato su Emma Marrone

Amici 21, Rudy Zerbi e Alessandra Celentano vuotano il sacco: è necessario

Amici 21 verso la quinta puntata del serale. Tanta carne al fuoco con due allievi su tutti, Nunzio e Albe, che sembrano essere più a rischio eliminazione. Nelle ore scorse hanno rotto il silenzio Alessandra Celentano e Rudy Zerbi, i professori ‘cattivi’ per eccellenza del talent. Si sono raccontati sulle colonne del settimanale Chi, il settimanale diretto da Alfonso Signorini. “Io e Rudy, credo, siamo affini, siamo dritti, onesti, non abbiamo paura di dire le cose come stanno e non facciamo i buonisti”.


“Ho sempre avuto la sensazione che chi va in tv deve essere, pardon, deve fare il buono per forza. Dire le cose come stanno per me è, invece, nei confronti dei ragazzi di Amici 21 una forma di rispetto. Capita che io venga accusata di fare body shaming. Non capisco perché: un fantino non può pesare un grammo in più, sennò non fa la gara, mentre nella danza, se uno dice le cose come stanno, allora fa del male. È molto più facile fare i complimenti ai ragazzi”.

amici 21, rudy zerbi e alessandra celentano


Amici 21, il rimpianto di Rudy Zerbi su Emma Marrone


Un pensiero condiviso dall’altro insegnante di Amici 21, Rudy Zerbi, che ha raccontato come il suo più grande rammarico sia stato quello di non riconoscere subito il grande talento della cantante Emma Marrone: “Alla fine credo che la vera cattiveria sia illudere i ragazzi, noi siamo chiamati a esprimere delle opinioni e lo facciamo”.

amici 21, squadra zerbi - celentano


E ancora: “Quei “no”, quei giudizi tranchant rappresentano il mondo com’è fuori, che non ti riserva certo illusioni e carezze. […] A noi, più che avere un applauso in più, interessa che i ragazzi negli anni a venire, ci dicano: ‘Però sa, maestra, sa Rudy (ad Ale danno del lei, a me del tu), quei no che mi facevano tanto incavolare nel programma, sono quelli che mi sono serviti di più”.

rudy zerbi e alessandra celentano


Poi l’insegnate di Amici 21 conclude: “Non ho fatto grandi errori, né da discografico, né da prof, un piccolo errore di valutazione che posso avere fatto è stato quello di non riconoscere immediatamente il talento di Emma, questo lo ammetto. All’epoca venivo come discografico ad Amici, ero presidente della Sony, non la capii subito e non scelsi di lavorare con lei, è un errore che riconosco. Altri non lo direbbero, magari, ma quello, sì, è un errore che ho fatto”.

“Lascia il programma”. Amici 21, scoppia il caso: la voce su uno dei protagonisti più amati


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004