Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Kyle Lewis morto a 5 anni ingoiato puntina

“Mamme, fate attenzione”. Banale incidente in casa, bimbo muore tra atroci sofferenze

  • Storie

Kyle Lewis ha perso la vita dopo tre giorni di ricovero, solo sei giorni dopo il suo compleanno. Il piccolo è morto al Rotherham General,ospedale dove era stato ricoverato dopo un incidente domestico che alla fine gli è costata la sua giovane vita. I genitori del bambino sono sconvolti e hanno lansciaot un appello affinché nessuno debba sopportare questo atroce dolore.

Una piccola svista, un attimo solo e Kyle Lewis è andato incontro a una morte atroce. Appena i genitori si sono accorti di quello che era appena accaduto hanno immediatamente chiamato il numero dell’emergenza per richiedere un’ambulanza.

Leggi anche: “Ma è mia figlia”. Infermiera cerca di salvare la vittima di un incidente, poi la scoperta e la 17enne muore

Kyle Lewis morto a 5 anni ingoiato puntina


Kyle Lewis, morto a 5 anni dopo aver ingoiato una puntina

La morte di Kyle Lewis risale al 28 ottobre. Il bambino si trovava a casa insieme ai genitori quando è rimasto vittima di un terribile incidente domestico. Il piccolo ha accidentalmente ingoiato una puntina da disegno, è diventato viola e la mamma ha capito che qualcosa non andata. Subito la corsa in ospedale e l’intervento dell’equipe medica per disostruire le vie respiratorie.

Purtroppo la puntina ha danneggiato per il 90% il suo cervello e gli ha causato quattro arresti cardiaci. I medici hanno tentato in qualsiasi modo di salvare la vita di Kyle Lewis, ma dopo quattro rianimazioni e una battaglia durata tre giorni, il bambino è morto. Devastati dal dolore i genitori: “Non si è mai pronti per veder morire un figlio”, ha detto la mamma Emma Lewis. “È morto mentre lo stavamo coccolando”, ha detto la famiglia siamo “spezzati dal dolore”.

La madre di Kyle Lewis ha elogiato il personale dell’ospedale per aver concesso a lei e al padre di Kyle di stagli accanto nei suoi ultimi momenti di vita. “La gente mi dice di essere forte, non è così facile. Ho perso mio figlio e al momento non riesco a pensare ad altro che a lui”, ha detto ancora la madre. È stata organizzata una raccolta fondi per aiutare la famiglia e rendere omaggio a Kyle. Infine la donna ha lanciato un messaggio per informare dei rischi che si possono correre a casa. Un appello affinché nessuno provi il suo dolore.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004