Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
morto Alan White yes

“Se n’è andato dopo una breve malattia”. Lutto nella musica, morto il grande artista

  • Musica

Lutto nel mondo della musica: è morto Alan White, lo storico batterista degli Yes. Forse qualche fan italiano collegherà questa terribile notizia con il concerto annullato a Roma nei giorni scorsi e in effetti sembra che sia proprio questo alla causa di tutto. Solo alcuni giorni fa infatti, gli Yes avevano annunciato che il batterista non avrebbe preso parte all’anniversario.

Si trattava del cinquantesimo anno di carriera della band alle prossime date del tour britannico del gruppo “Close to the edge” a causa di problemi di salute. Non solo: lo scorso aprile la formazione inglese aveva comunicato il rinvio al 2023 della tournée europea per problemi logistici legati al persistere dell’emergenza sanitaria. Ora però la terribile notizia arriva come un fulmine a ciel sereno: è morto Alan White. Ad annunciarlo ufficialmente, lo staff del musicista tramite la pagina social.

Leggi anche: “Addio grande”. Cinema in lutto per la morte dell’attore e protagonista del film di successo

morto Alan White yes


Morto Alan White, il mondo piange lo storico batterista degli Yes

“Nel corso della sua vita e della sua carriera di sei decenni, Alan è stato tante cose per molte persone: una rock star per i fan di tutto il mondo; compagno di band per alcuni e gentiluomo e amico di tutti coloro che lo hanno incontrato”, si legge nel messaggio su Facebook, in cui poi si racconta che: “Alan è nato a Pelton, nella contea di Durham, in Inghilterra, il 14 giugno 1949. Ha iniziato a prendere lezioni di pianoforte all’età di sei anni, prima di avvicinarsi alla batteria all’età di dodici anni e iniziare a esibirsi pubblicamente dall’età di tredici anni”.

“Sta combattendo”. Dramma per il famoso cantante, ricoverato in una clinica specializzata

morto Alan White yes

Morto Alan White e il mondo del prog è sotto choc. L’uomo nel corso degli anni ha fatto esperienza con tante band diverse: Downbeats, Gamblers, Billy Fury, Alan Price Big Band, Bell & Arc, Terry Reid, Happy Magazine (in seguito chiamati Griffin) e i Balls con Trevor Burton dei Move e Denny Laine degli Wings.

morto Alan White yes

Nel post del suo staff si legge ancora: “Dopo essersi unito nel 1968 al super gruppo formato da Ginger Baker (Ginger Baker’s Air Force), l’anno successivo Alan è stato contattato da John Lennon per unirsi alla Plastic Ono Band. Il giorno successivo Alan si è ritrovato a imparare delle canzoni su un aereo di linea diretto a Toronto con Lennon, Yoko Ono, Eric Clapton e Klaus Voormann. L’album che ne seguì è ‘Live Peace In Toronto 1969’”.

“Siamo sotto choc”. Musica in lutto, l’annuncio sui social della band sconvolta dal dolore


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004