“Pronto a far cadere il governo”. Giuseppe Conte sotto assedio, la minaccia arriva dall’interno

Ci risiamo, ieri la minaccia per voce delle due ministre che fanno parte dello schieramento di Italia Viva, oggi è lo stesso Matteo Renzi ad ammetterlo pubblicamente: “Se Conte vuole pieni poteri come Salvini, io dico no”. Renzi in un’intervista al Pais, dicendosi pronto a far cadere il governo se il presidente del Consiglio non farà marcia indietro sulla cabina di regia per la gestione dei fondi europei. Alla domanda “è pronto a far cadere il governo se Conte non farà marcia indietro?”, Renzi risponde: “Sì, perché questo non è un problema di posti, che pure mi hanno offerto. (…)”.

E ancora: “Il meccanismo del dibattito sulle regole istituzionali non può essere compensato con un piccolo accordo”. Conte, prosegue Renzi, “sta viaggiando in contromano su un’autostrada”, ma “se recupera la lucidità e frena su questa misura assurda, siamo pronti a ragionare sulla questione”. Conte, afferma ancora il leader di Iv intervistato al telefono, è stato confermato presidente del Consiglio “dopo che, un anno e mezzo fa, avevamo fatto un’operazione in Parlamento contro Salvini”. (Continua a leggere dopo la foto)


“Il primo ministro, aggiunge Renzi, ha lavorato contro la pandemia e in alcune cose lo ha fatto meglio che in altre, ma non si può accettare che in nome dell’emergenza, 10 mesi dopo il suo inizio si arroghi tutti i poteri dello Stato per spendere questi 200 miliardi. Abbiamo rimosso Salvini per questo”. (Continua a leggere dopo la foto)

Alla domanda se crede di avere in questo l’appoggio almeno di una parte del Pd e dell’opposizione, Renzi risponde: “Molti di quelli che in pubblico prendono le distanze da me, in privato riconoscono che le nostre critiche sono giuste e autentiche. Per questo spero che Conte si fermi”. Cosa succederà quindi? (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Far cadere il governo in un momento come questo sarebbe una delle opzioni più dannose per il governo (ricordiamoci infatti che la governance italiana è una delle più solide in questo momento, a livello europeo), ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non vuole di certo ri-impastare. “Se cade si va alle urne”, ha detto solo pochi giorni fa. Insomma, la vicenda si complica.

Ti potrebbe anche interessare: Cristiano Malgioglio, gaffe atomica al GF Vip: Andrea Zelletta e Stefania Orlando increduli