Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Figura di mer*a”. Flavio Briatore non ha retto con Giorgia Meloni: critiche pesanti al governo

  • Italia
flavio-briatore

Di Flavio Briatore tutto si può dire tranne che sia vicino ad ambienti di sinistra, eppure proprio da lui arriva una critica dura e feroce contro il governo di Giorgia Meloni. Un governo che, chiusa la fiammata inziale, sembra iniziare a perdere consensi dopo le liti internazionali e i passi falsi in tema di migranti. Temi attuali ma che non sono l’oggetto delle critica di Flavio Briatore nel mirino del quale entra anche il presidente del Senato Ignazio La Russa. A raccogliere lo sfogo dell’imprenditore è stato il Fatto Quotidiano.


Al giornalista Antonello Caporale Flavio Briatore, a proposito di La Russa, ha detto: “Ti metti a perdere tempo con il fascismo, via Rasella eccetera – ha sottolineato Briatore – ma a me viene un dubbio, cioè che tu non abbia niente da fare e da dire”. Poi ha voluto dire la sua su insetti e cibi sintetici: “Non perdo tempo con lumache, carne sintetica”.

Leggi anche: “Immaginavo una vita così”. Giorgia Meloni, le nuove confidenze del compagno Andrea


Flavio Briatore, critica Giorgia Melioni: “Su PNRR figura di mer**”


Quindi ha parlato del reddito di cittadinanza: “Questi ragazzi hanno uno stile di vita diverso. Accettano di campare con poco ma non di fare lavori impegnativi, molte ore al giorno e avere un gruzzoletto”. Infine la critica dura a Giorgia Meloni; nel dettaglio Flavio Briatore ha attaccato sui fondi del PNRR: “Stiamo per fare una figura di mer**a se rimandiamo indietro i soldi”.


Un rischio reale, visto che i progetti sono i alto mare e l’Europa chiede certezze di spesa prima di stanziare la terza rata di aiuti. Un rischio che dal governo minimizzano. A riportare tutto è l’Adnkronos che cita fonti autorevoli del governo dopo le dichiarazioni del leghista Riccardo Molinari, di rinunciare a parte dei fondi a debito del Pnrr, nel caso in cui non fosse possibile modificarne la destinazione.


“Le risorse verranno solo rimodulate, ma al momento non c’è alcuna intenzione di rinunciare a parte dei fondi messi a disposizione dell’Italia dall’Europa con il Next Generation Eu. Al momento -chiariscono fonti dell’esecutivo in prima linea nella gestione del dossier- quello che si sta facendo è rimodulare i fondi di spesa. Tutti fanno finta di non sapere, ma in realtà tutti sono ben consapevoli che ci sono progetti non realizzabili al 2026”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004