Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Morte Giulia Cecchettin, la decisione dei giudici tedeschi su Filippo Turetta

  • Italia

Dolore, dolore e ancora dolore: l’omicidio di Giulia Cecchettin ha colpito nel profondo. Anche ieri manifestazioni di affetto e solidarietà in ricordo della 22enne. Luogo di pellegrinaggio è diventato non solo la casa della ragazza, ma anche il luogo dove è stata aggredita. Sul marciapiede nella zona industriale del comune di Fossò dove Giulia ha inutilmente tentato di scappare dall’ex fidanzato sono stati lasciati fiori e bigliettini. Messaggi struggente di cui uno, scritto da una ragazza di nome Marta, particolarmente struggente.

>“Di nuovo insieme!”. L’addio pubblico e ora la sorpresa: c’è il ritorno di fiamma tra i due volti di Canale 5

“Sii il sole che scalda, sii il vento che soffia, l’acqua che scorre, la terra che dà vita. Sii qualunque cosa tu voglia essere, sei libera ora. Ciao Giulia, tu sei tutte noi”. Intanto Filippo Turetta, accusato del suo omicidio, è in isolamento nel carcere di Halle in Germania dove è stato arrestato. Nelle ore scorse i genitori di Filippo erano tornati a parlare del caso.

Omicidio Giulia Cecchettin, sui social la pagina ''Le bimbe di Filippo Turetta''


Filippo Turetta, dai giudici tedeschi via libera all’estradizione

In un’intervista al Corriere della Sera papà Nicola spiega: “Parlano di possesso, maschilismo, incapacità di accettare che lei fosse più brava di lui. Non è assolutamente niente di tutto questo. Io sono convinto che qualcosa nel suo cervello non abbia più funzionato. Proviamo un immenso dolore per la povera Giulia. Siamo vicini alla sua famiglia, siamo devastati per quello che è accaduto”.

E ancora: “Pensiamo in continuazione a lei. Ci fa male vederci additare come genitori inadeguati, come una famiglia simbolo del patriarcato” aggiunge il padre del 22enne. Di cosa è successo, dei fatti veri e proprio, si parlerà al processo, oggi più vicino. I giudici tedeschi hanno infatti dato il via libera alla consegna alle autorità italiane di Filippo Turetta.

Filippo Turetta ha confessato l'omicidio di Giulia Cecchettin

“Il tribunale tedesco ha disposto l’estradizione di Filippo Turetta. Ringrazio la giustizia tedesca per i tempi rapidi con i quali ha operato, la nostra Ambasciata e le forze dell’ordine che stanno lavorando ininterrottamente per questo obiettivo”, ha scritto su X il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani. Turetta dovrebbe tornare in Italia nei prossimi giorni con un volo di linea.

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004