Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Buttafuoco ‘smonta’ culturalmente Giorgia Meloni: “Parla da pezzente, non è in grado di capire certe cose”

  • Italia

 

Pietrangelo Buttafuoco è indubbiamente uno degli intellettuali siciliani del momento. La sua ultima fatica “Buttanissima Sicilia” descrive lo stato di abbandono di una regione splendida, centro di un Mediterraneo nel quale, secoli addietro, è stato il migliore laboratorio di mescolanze culturali e religiose, oltre che artistiche, come dimostrato dalla magnifica Cappella Palatina di Palermo. E qualcuno – Angelo Attaguile, massimo rappresentante al Sud di Matteo Salvini – ha visto in lui il possibile candidato alla presidenza della Regione siciliana. Un’idea che, però, non ha trovato il consenso, tra gli altri, di Giorgia Meloni. Il perché sta nella recente conversione di Buttafuoco all’Islam. Sarà pure una scelta (intima e quindi non sindacabile) “impopolare” in questo periodo, ma il legame storico tra Sicilia e mondo islamico è nella storia.

(continua dopo la foto)


Lo spiega, su Facebook, la stessa leader di Fratelli d’Italia: “Matteo Salvini vorrebbe Pietrangelo Buttafuoco governatore della Sicilia. Non so se si tratti di una proposta reale, ma ho una cosa da dire sul tema. Buttafuoco è senza dubbio un validissimo intellettuale e una icona della destra, lo considero un mio amico, ma in estrema sincerità non credo sia una buona idea candidare alla guida della Sicilia una personalità che ha deciso di convertirsi all’Islam”. E la replica di Buttafuoco non si è fatta attendere.

“Io faccio politica, me ne rendo conto, ma con i miei libri e con i miei articoli. Non sono adatto al mercato elettorale dove la pur formidabile Meloni è poi costretta ad argomentare da pezzente per salvaguardare il proprio orticello”, ha detto a Libero quotidiano. e dopo argomentazioni politiche sullo stato della politica siciliana, torna sulla Meloni. “Ancora a proposito della Meloni, una cosa: è vero, da saraceno quale sono ho perso i diritti civili, ho guadagnato i doveri della verità e perciò non posso non segnalare alla pur formidabile Meloni il suo errore blu in storia: la Sicilia islamica fu l’esempio più alto di civiltà del Mediterraneo. Le regalerò Il Canzoniere di Ibn Hamdis, il più potente canone poetico della letteratura italiana in lingua araba (ebbene sì). A ogni modo. Governatore io no, ma se si libera un posto da emiro un pensierino glielo dedico”.

Cappella Palatina, dove gli aggettivi non bastano

Giorgia Meloni e il suo amore (finalmente) alla luce del sole: eccola tra baci e intimità col nuovo (e sexy) boy

 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004