Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Manovra di bilancio

Bonus cultura, chi ha diritto ai 500 euro

  • Italia

Manovra di bilancio, il governo di Giorgia Meloni conferma (dopo i dubbi dei giorni scorsi) il bonus da 500 euro per i 18enni. La notizia filtra in queste ore particolarmente movimentata in cui l’Aula di Montecitorio è chiamata ad approvare la legge. Un legge ad ostacoli sui cui è atteso il voto fiducia venerdì 23 dicembre, alle 20.30 alla Camera, con la prima chiama ed il voto finale sul previsto per le 6 del mattino del 24 dicembre.Quarantaquattro le correzioni complessive della Ragioneria generale dello Stato, incluso lo stralcio della norma salva-Comuni “per effetti negativi sui saldi” non avendo coperture.


La Ragioneria generale dello Stato, tra le varie indicazioni, ha poi bocciato eventuali compensi e simili per i membri del tavolo permanente sui Pos, e ha chiesto di prevedere dei paletti per i voucher ai lavoratori delle discoteche. Si chiede, inoltre, la revisione dell’emendamento sulla proroga al 31 marzo dello smartworking dei fragili perché comporta oneri di sostituzione del personale scolastico interessato da compensare.

Leggi anche: “Scusate”. Le Iene, Giulia Salemi scoppia in lacrime in diretta. E il video diventa virale: cosa è successo

Manovra di bilancio


Manovra di bilancio, resta il bonus da 500 euro per i 18enni


“Alla luce delle critiche emerse, ritengo opportuno sottolineare che le note elaborate dalla Ragioneria di Stato nel percorso di approvazione della legge di bilancio rientrano nella normalità delle operazioni svolte dai tecnici del Mef. Queste osservazioni tecniche sono pervenute anche lo scorso anno e in misura nettamente superiore”, minimizza in una nota il sottosegretario all’Economia e Finanze Lucia Albano.

Manovra di bilancio


Tante, insomma, le novità. Quella sul bonus cultura per i 18enni lo spiega il Messaggero. Il quotidiano romano previsa come: “il nuovo modello voluto dal governo Meloni, basato su due nuove carte giovani legate rispettivamente a situazione economica della famiglia e voto della maturità, partirà di fatto nel 2024, con una dote ridotta da 230 a 190 milioni”.

Manovra di bilancio


E ancora: “Dunque i ragazzi e le ragazze del 2004 potranno usufruire di libri, musica e spettacoli con le vecchie regole, senza il vincolo di un Isee non superiore a 35 mila euro e senza alcuna connessione con il voto di maturità. Le due nuove carte inizieranno ad essere utilizzare dal 2024 (dunque per i nati nel 2005, nell’anno successivo a quello del diciottesimo compleanno) e a disposizione ci saranno 190 milioni”.

di Cristina La Bella


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004