Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
La foto di Diana Pifferi sul web

“Perché l’ho lasciata sola”. Morte Diana, 16 mesi, la confessione dal carcere della mamma Alessia Pifferi

  • Italia

Considerava la figlia un “peso” e rivoleva “la sua libertà”. Con queste parole Alessia Pifferi, la mamma della piccola Diana di 16 mesi morta di stenti, ha spiegato cosa ha fatto davanti al giudice per le indagini preliminare e al suo legale Raffaella Brambilla nell’interrogatorio di convalidata che si è tenuto nel primo pomeriggio di ieri venerdì 22 luglio nel carcere di San Vittore a Milano. Alessia Pifferi è detenuta in carcere dallo scorso mercoledì 20 luglio e cioè da quando è ritornata nella sua casa di via Parea e ha trovato la figlia morta.

La donna è accusata di omicidio volontario aggravato da futili motivi. Le è stata contestata anche la premeditazione. Per sei giorni ha lasciato la piccola Diana da sola in casa per sei giorni: di fianco al suo letto un biberon con un po’ di latte. Poi senza nessuno scrupolo ha chiuso la porta della sua casa di via Parea e ha raggiunto il compagno nella Bergamasca. E quando lo scorso lunedì scorso ha fatto rientro a Milano con l’uomo per alcuni affari non è neanche passata da casa.

bimba morta stenti confessione mamma


Bimba morta di stenti confessione della mamma: “Volevo la libertà”

A detta degli inquirenti Alessia Pifferi ha lasciato morire la figlia di stenti. Poi sarà l’autopsia con esattezza a stabilire nel dettaglio cosa sia successo. Nel frattempo sono stati predisposti una serie di esami per analizzare il latte del biberon che riveleranno se la piccola sia stata sedata: una boccetta con i sedativi è stata trovata in casa. Al pubblico ministero la donna avrebbe detto appartenere a un suo precedente compagno.

bimba morta stenti confessione mamma

Inoltre investigatori e inquirenti sono insospettiti dal fatto che la piccola Diana non abbia mai pianto. I vicini non hanno sentito né urla, né pianti. E ci si domanda come sia possibile che una bimba di un anno e mezzo sia stata in silenzio per tutte le ore di agonia. Stando alle indagini è emerso che Alessia Pifferi aveva partorito la piccola nella casa di Leffe proprio dell’attuale compagno. La donna ha spiegato di non sapere di essere incinta e di non sapere chi fosse il padre della piccola.

bimba morta stenti confessione mamma
bimba morta stenti confessione mamma

La coppia si era separata dopo il parto e si sarebbe riavvicinata qualche mese fa. La settimana scorsa però al compagno la donna avrebbe detto che la figlia era al mare con la sorella. Anche la madre di Alessia Pifferi le aveva chiesto dove si trovava la piccola: la donna avrebbe risposto che era con lei e che sarebbero tornate a Milano in giornata. La madre di Alessia Pifferi – come riporta il Corriere della Sera – avrebbe anche spiegato agli inquirenti che la figlia ultimamente sembrava “nervosa e piuttosto insofferente”. Poi mercoledì scorso la confessione e l’arresto.

Lascia la figlia di 16 mesi da sola per sei giorni e va dal fidanzato. Diana muore nel suo lettino


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004