Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Vittoria di Savoia Aiuti Ucraina

“Ma è lei”. La figlia (super) vip vista in un centro di accoglienza per ucraini: “Mi sento male”

  • Gossip

Splendido gesto della figlia vip, che ha deciso di aiutare personalmente i rifugiati dell’Ucraina, che stanno vivendo un vero e proprio incubo da quando la Russia di Vladimir Putin ha deciso di invadere la loro nazione il 24 febbraio scorso. La missione umanitaria della ragazza è arrivata fino al confine con il territorio ucraino e il tutto è stato favorito dalla Croce Rossa italiana e dalla Chiesa ortodossa italiana, coadiuvata dalla Conferenza delle Regioni e grazie al patronato del Parlamento Europea.

La giovane, che ha appena 18 anni, ha scritto un lungo post sui social, condiviso dal papà famoso, e al ‘Corriere della Sera’ ha invece detto: “Mi sento ancora male. L’Occidente poteva fare molto di più, ho visto la paura negli occhi dei bambini ma anche delle mamme che hanno perso i mariti in guerra. La missione è durata quattro giorni e la destinazione è stato il punto di scambio merci a Leopoli. Per me è stata un’esperienza molto molto intensa, che mi ha toccata. Ho incontrato bambini orfani che non avevano nessuno”.

Vittoria di Savoia Figlia Emanuele Filiberto Aiuti Rifugiati Ucraini


La 18enne figlia del famoso ha dunque consegnato aiuti importanti ai profughi dell’Ucraina e ha ancora riferito al ‘Corriere della Sera’: “I bimbi erano felici dei piccoli doni e le mamme costrette a fuggire tra mille paure per salvare i piccoli. Nei centri di accoglienza su tutto il confine ucraino tanti bambini rimasti separati dalle loro famiglie e persi tra lacrime e dolore ma che non appena vedevano un sorriso amico cambiavano il loro sguardo. E noi sicuramente potevamo fare di più”.

Vittoria di Savoia Figlia Emanuele Filiberto Aiuti Profughi Ucraina

Ad essere stata protagonista di questo gesto dal cuore d’oro Vittoria di Savoia, la figlia di Emanuele Filiberto, che è rimasta scossa da quanto visto: “Ho nei miei occhi la disperazione che ho visto fra quella gente. Spero che in tanti li aiutino, ne hanno bisogno”. Poi sul profilo del genitore di Vittoria di Savoia è stato scritto: “Ho deciso di far sapere di questo mio viaggio solo ora, a cose fatte, per cercare di spronare quante più persone possibile a dare una mano, anche nel proprio piccolo, a questo popolo che vive una situazione di estrema sofferenza”.

Infine, nel post di Vittoria di Savoia è stato riportato: “Io non voglio discutere di politica o di chi abbia ragione, come stanno facendo quei “grandi” che oltre alle parole sanno solo restare “immobili”, ma voglio parlare di persone. E esprimerò un concetto anche banale, ma che a quanto pare è sconosciuto ai più. Dobbiamo aiutare le persone che soffrono. Io l’ho fatto, anche grazie all’aiuto di tante brave persone e di un gruppo di amici, e invito tutti voi, in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo, a fare lo stesso”.

“Sintomi da avvelenamento”. Russia-Ucraina, la notizia choc su Abramovich e negoziatori ucraini


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004