“Voglio morire anche io”. Paola Ferrari choc, parole di disperazione. Ma scoppia forte la polemica

La morte del campione del mondo, dell’eterno ‘hombre del partido’, dell’amato Paolo Rossi, ha generato dolore e costernazione in un popolo intero. E sono stati moltissimi i messaggi di cordoglio giunti alla moglie, la giornalista e scrittrice Federica Cappelletti. Proprio la moglie ha spiegato come tutto ha avuto inizio: “Tutto iniziò un anno fa. Era il nostro Mondiale. Ma stavolta non l’abbiamo vinto”.

Ieri è stata una giornata di lutto per il calcio nazionale e internazionale, in tutto il mondo è stato ricordato quest’uomo dal sorriso gentile e dai modi educati. Ma, tra i tanti a ricordare Pablito, c’è stata anche la giornalista Rai Paola Ferrari che sul suo profilo Twitter ha pubblicato parole per l’amico scomparso. Frasi che però, evidentemente, non sono piaciute a tutti. Ma cosa ha detto la giornalista? (Continua a leggere dopo la foto)


Paola Ferrari era molto amica di Paolo Rossi e le sue parole suonano come un addio davvero molto doloroso: “Il mio cuore si ferma con il tuo. Sei e sempre sarai la persona più bella vera semplice sincera che io abbia mai avuto al mio fianco #paolorossi #amico #vita”. Parole che attestano l’esistenza di un legame profondo, vero, sincero. Parole confermate anche ad un altro tweet della giornalista. (Continua a leggere dopo la foto)

“Questa notte – ha scritto su twitter Paola Ferrari – non si può dormire. Eri un uomo meraviglioso. Mi parlavi sempre della tua famiglia, della sorpresa che ti aveva emozionato di tua moglie alle Maldive, delle colline del Chianti e di come eri felice. #unico #campiondelmondo”. Anche per la giornalista Rai, dunque, la morte di Paolo ha provocato un dolore forte. Tanto che la Ferrari si è lasciata andare a uno sfogo che in molti hanno ritenuto fuori luogo. (Continua a leggere dopo la foto)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paola Ferrari (@paolaferrari_db)

Spinta probabilmente dalla grande sofferenza Paola Ferrari si è sfogata: “Voglio morire anche io con lui #paolorossi”. Parole che molti hanno considerato esagerate, commentando così: “Dichiarazioni senza senso”, “Nefandezza”, “Inopportunità”. C’è poi chi addirittura ha ricordato un’antica militanza comune di Paolo Rossi e Paola Ferrari in Alleanza Nazionale, (Paolo Rossi si candidò alle Europee con AN nel 1999, ndr). Anche se non si capisce bene la relazione. In ogni caso il profilo della Ferrari è stato riempito di reazioni e critiche. Insomma, anche in una giornata di lutto nazionale qualcuno ha trovato il modo di discutere perfino sull’ultimo saluto di un’amica.

“È così che se n’è andato”. Paolo Rossi, anche il figlio più grande, provato, rompe il silenzio