Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
vittorio sgarbi morgan lite chat

“Schifo”. Morgan, amicizia finita con il vip: spuntano chat pesantissime

  • Gossip

Vittorio Sgarbi e Morgan, lite pesante in chat. I due noti personaggi avevano promesso di risollevare le sorti dell’italica cultura imbarbarita da anni di tv spazzatura e contenuti volgari. Peccato che la strana coppia sia durata quanto un gatto in tangenziale. A quanto pare i due si sono pesantemente insultati su una chat creata dal politico e di cui anche il musicista era amministratore dal nome che è tutto un programma, o almeno lo era: “Rinascimento Dissoluzione”. Ecco più la seconda che la prima…

E dire che fino a pochi giorni fa i due andavano d’amore e d’accordo. Lo stesso Vittorio Sgarbi aveva fatto il nome di Morgan per il posto da consigliere speciale per la Musica al ministero della Cultura. Ma alla fine il ministro Sangiuliano aveva scelto il direttore d’orchestra (e fan di Giorgia Meloni come riporta Repubblica) Beatrice Venezi. Il cantante l’aveva presa male: “Ho pianto per la sconfitta”, “provo un’umiliazione” aveva scritto alla stessa Beatrice.

Leggi anche: “Bugo? Secondo me…”. Morgan, arriva la ‘verità’ di Vittorio Sgarbi. Parole pesanti in diretta tv

vittorio sgarbi morgan lite chat


Lo scontro tra Vittorio Sgarbi e Morgan: finisce a male parole

Vittorio Sgarbi aveva assicurato che qualcosa per Morgan sarebbe saltato fuori, “magari un programma su Rai1” aveva dichiarato il critico d’arte e deputato. Ma qualcosa è andato storto. Come mostrato da una fonte anonima sulla famosa chat il sottosegretario alla Cultura e il musicista si sono scambiati una serie di insulti che potrebbero aver messo fine al loro sodalizio: “Sei un topo”, “Ti manca il cuore”, “Mi basta la testa” sono alcune delle frasi che i due si sono scambiati.

vittorio sgarbi morgan lite chat

Tutto è nato quando Morgan ha proposto un progetto in onore di Luigi Tenco, che a quanto pare non sarebbe stato appoggiato né dai familiari del cantante morto suicida né dagli altri intellettuali presenti nella chat. E Morgan è esploso, come riportato da Mow: “Io ho chiesto a voi solidarietà e appoggio, perché stimo a priori chi non conosco. Non vi fotte proprio un cazzo. Vivete come cento anni fa, convinti di essere moderni, ma siete nel Medioevo, ancora non vi siete accorti dell’invenzione del biciclo. Indignazione solenne per il vuoto culturale che state rappresentando. Sordi. Ciechi. Muti. Morti. Vuoti”.

Poi Morgan fa riferimento a una chat privata con Vittorio Sgabri: “Quanto tempo ho sprecato per Sgarbi, quante notti, quante parole, quanti sogni. Se non fosse stato per me non sarebbe sottosegretario. Così fanno i cattivi. Sfruttano e poi accoltellano. Io perdo tempo, serenità, speranza, lavoro, contatti, allegria, progetti, stima… Parecchie cose perdo. Basta. È uno stronzo, un mostro. Alcuni di voi hanno gli screenshot della discussione tra me e Sgarbi. Giudicate voi, io stacco e me ne fotto, chiudo tutto, siete (quasi) tutti delle merde umane. Affanculo miserabili. Vado a bere del vomito di cane in lattina per provare una sensazione più gradevole delle parole di Sgarbi. Una persona che dice cose così cattive mi fa paura. Gli ho detto che è stato sleale e mi ha risposto che io sono un topo che con i suoi amici mi deride e che non si è mai illuso che io fossi meritevole. Non è un’amicizia, è una mia illusione, ma lui non mi è amico. Mi ha sempre solo usato”.

“Ora devi fare una cosa”. Morgan e Giorgia Meloni, la telefonata: svelato quello che si sono detti

Tag:

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004