Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
francesco facchinetti narcisista psicologa

“In terapia da un anno”. Francesco Facchinetti, il momento verità è triste: “Cosa mi sta succedendo”

  • Gossip

Figlio d’arte, cantante, dj, conduttore e molto altro. Francesco Facchinetti è uno dei volti più noti dello showbiz italiano. Soprattutto, ovviamente, nel mondo della musica. Ma lui, diciamocelo, non è noto soltanto per le sue numerose attività. Recentemente, ad esempio, si è molto parlato dell’incidente capitato alla moglie Wilma Faissol. Quest’ultima è appassionata di cavalli e a fine marzo, come potete leggere nell’articolo in basso, se l’è vista davvero brutta.

“Ieri pensavo di morire – ha scritto su Instagram Wilma – oggi reagisco”. Chissà come sta andando la riabilitazione, ma intanto a preoccupare, o meglio far preoccupare sono le recenti dichiarazioni di dj Francesco. Il 42enne ha deciso di parlare apertamente di alcuni suoi problemi nella prima puntata della seconda stagione del podcast di Luca Casadei “One more time”. Il figlio di Roby Facchinetti, cantautore, compositore e tastierista degli indimenticabili Pooh, ha parlato a cuore aperto.

francesco facchinetti narcisista psicologa


Francesco Facchinetti non si nasconde e rivela al mondo intero: “Mi definisco onnivoro, egocentrico e narcisista. Da un anno vado dalla psicologa, perché è ovvio che questo disturbo della personalità narcisista crea problematiche”. Non sappiamo se anche nell’incredibile episodio che lo vide protagonista con il lottatore irlandese Conor McGregor questo ‘disturbo’ abbia influito. Ma oggi è lo stesso artista milanese a fare chiarezza sulla sua personalità.

francesco facchinetti narcisista psicologa

A cominciare dal rapporto con la madre Rosaria Longoni: “Mi fece vivere il mondo degli hippie e la vita nella comune”. Poi un’altra esperienza forte, quella nella comunità di Frate Ettore a Seveso durante gli anni ’90. E non era un periodo semplice: “Erano gli anni dell’Aids – le parole di Francesco Facchinetti – con Frate Ettore andavamo alla stazione di Milano a prendere gli infetti. Lì capii cos’era la fede e la Divina Provvidenza”.

Poi Francesco Facchinetti parla del suo incontro con la musica: “A scuola di Comunione e Liberazione lessi un libro di Don Giussani, su quanto è importante trovare il proprio Io. E io lo trovai dopo aver visto un concerto di Jovanotti, uno che non cantava e basta, ma usava la musica per comunicare il suo mondo”. E il contatto con la televisione e X-Factor: “Appena arrivato mandai via la vecchia guardia degli autori Rai. Volevo un mio team di giovani. Andò bene, ma diedi fastidio a un pò di gente. Appena sbagliai me la fecero pagare. Da golden boy della Tv italiana diventai un ‘appestato’, vietato ogni studio televisivo”.

Il dj dà uno sguardo alla sua vita e confessa: “Sono stato molto cattivo”. Il difficile rapporto col denaro: “Mia madre mi chiede ‘Perché giri con una Rolls Royce da 3-400mila euro?’ e io: ‘Lavoro tutto il giorno, se non avessi una Rolls non uscirei di casa. Perché devo avere attorno a me cose che mi rendono la giornata piacevolè. Sono cose materiali? Sì. È destabilizzante raccontarlo? Sì, ma mi rasserenano. Non significa che se metto il mio sedere su una Panda muoio. Ma significa che se devo andare oltre il limite devo essere appagato”. Ma oggi cosa desidera davvero Francesco Facchinetti? “Voglio la libertà finanziaria senza dover lavorare, poi i miei figli faranno la loro strada”. Buona fortuna.

“Ho pensato di morire”. Francesco Facchinetti, racconto choc della moglie Wilma dopo incidente e operazione