“La regina è distrutta”. Un altro lutto dopo la morte del marito Filippo. Elisabetta costretta ad affrontare una dolorosa perdita

Regina Elisabetta cade nuovamente nello sconforto. Da quanto si apprende sui tabloid inglesi, la sovrana sta vivendo un altro delicato momento. Reduce dalla morte del Principe Filippo, la Regina Elisabetta sta affrontando un altro lutto. Un fonte al castello di Windsor ha detto al giornale che “tutte le persone coinvolte sono preoccupate, perché questo succede così poco tempo dopo la morte del marito”.

A legarla a Fergus, il ricordo del marito. Si tratta di uno dei due cuccioli di razza corgi regalati dal principe Andrea durante la malattia di Filippo. Le attenzioni e l’amore da riversare nel piccolo cucciolo di nome Fergus avrebbero aiutato la Sovrana. Purtroppo, però, come riportato sul tabloid Sun, la Regina Elisabetta si troverebbe nuovamente “distrutta” in seguito al decesso del suo piccolo amico a quattro zampe.


Il nome del cucciolo sarebbe stato scelto in onore e in memoria di uno zio materno, Fergus Bowes-Lyon appunto, deceduto durante il primo conflitto mondiale. Il secondo cucciolo, invece, ovvero il corgi si chiama Muick, come il lago di Barmoral in Scozia. Cresce nuovamente un “profondo sconforto” per la sovrana vedova, che ha così dovuto salutare per sempre un amico divenuto una presenza costante durante il periodo del ricovero del marito.

Il piccolo amico a quattro zampe avrebbe infatti aiutato la sovrana a distarsi durante le giornate in cui l’intero Paese e la Royal Family stavano indubbiamente vivendo una forte apprensione per le condizioni di salute del Principe Filippo, poi deceduto all’età di 99 anni. Un vuoto d’amore che il piccolo Fergus avrebbe continuato a colmare, confortando la sovrana in un momento già provato in seguito alla dolorosa perdita del coniuge.

Il piccolo Dorgi viene a mancare dopo soli cinque mesi di vita, dopo una permanenza breve ma intensa presso gli ambienti del Palazzo, prima che il Principe Filippo chiudesse per sempre i suoi piccoli occhi azzurri. E ai sudditi è ben nota la particolare predisposizione della Sovrana ad affezionarsi ai cani. In particolar modo, un affetto legato alla razza
dei Corgi, da anni fedeli compagni della vita di corte.

“Con la mano gigante”. Gianni Morandi, come sta dopo il grave incidente. Si mostra così