“No, lui no. È una vergogna assoluta”. Tutti contro Tommaso Zorzi, è bufera. Non è un bel momento per lui

Tommaso Zorzi, il nuovo programma scatena già le polemiche. Non fa in tempo a esere annunciato, che in molti trovano il modo per colpire ed affondare. L’opinionista dell’Isola dei Famosi, vincitore del Grande Fratello Vip, è il personaggio più richiesto dalla televisione italiana, ma anche il più esposto alle critiche. Ecco cosa hanno detto del suo Drag Race.

Nella sua versione ‘originale’, il reality americano è sotto la conduzione di Ru Paul. A dare notizia della versione italiana, lo stesso Tommaso Zorzi su Discovery, seppur nelle vesti di uno dei tre giurati. Scopo del programma è quello di valutare le sfide e le performance tra drag queen, che si esibiranno in servizi fotografici, creazione di outfit o vere e proprie prove canore.

Tommaso Zorzi programma Drag Queen polemiche

Nonostante il nuovo reality, previsto anche per le reti italiane, abbia riscosso un notevole successo all’estero, Tommaso Zorzi si trova a dover affrontare la prima ondata di polemiche. Nessun nome svelato per la conduzione, seppur sembra essere confermata al fianco del giurato Zorzi la presenza di una drag queen e una donna che sostiene la causa LGBT. Scoppia il caos.


Tommaso Zorzi programma Drag Queen polemiche

A informare della polemica in corso in seguito all’annuncio dato da Tommaso Zorzi, il sito TvBlog, dove si apprende che è iniziata a circolare tra gli utenti la possibilità di sottoscrivere una petizione online. Tutto questo in quanto la presenza di Tommaso sembra rappresenta “un affronto a tutta la comunità LGBTQIA+”. E nella petizione si legge che la comunità LGBT si ritrova in Rupaul’s Drag Race.

Tommaso Zorzi programma Drag Queen polemiche
Tommaso Zorzi programma Drag Queen polemiche

Secondo alcuni, la presenza di Zorzi non sarebbe gradita in quanto “flirta con la Meloni che rinnega ogni diritto alla comunità”. E ancora: “Quello che parla delle persone del Sud Italia come inferiori, quello che pratica bi-erasure, quello che che porta avanti i concetti di machismo tossico e definisce ‘casi umani’ le persone più basse di lui e che simpatizza con la destra estremista”.