“Ha il cervello bruciato”. Roberto Poletti, sfuriata in diretta contro il chiacchierato vip

Covid, covidioti, vaccini e No-Vax. La pandemia ha violentemente introdotto nel parlato quotidiano termini e discussioni sconosciute fino a pochi mesi fa. Al bar come in televisione, in famiglia e nella pubblica piazza, con mascherine e distanziati, non si parla d’altro. Il contagio, il coronavirus, chi segue le misure, chi non ce la fa più, chi è stremato e ‘parte per la tangente’. E quanto avvenuto nella puntata di martedì 20 aprile 2021 de “La vita in diretta” lo conferma in pieno.

Cosa è successo? È presto detto. Negli ultimi tempi, complice forse il perdurare dell’emergenza, l’insofferenza nei confronti dei provvedimenti presi dal governo per arginare il contagio è aumentata sensibilmente. Tra i fautori di tesi complottiste e negazioniste ci sono anche diversi vip. Come il cantante Miguel Bosé che, poche ore fa se ne è uscito con la frase: “Ma quale pandemia, è un complotto per vendere vaccini…”. E alla Vita in diretta gli ha risposto, in tono durissimo, Roberto Poletti. (Continua a leggere dopo la foto)


Ebbene, il giornalista Roberto Poletti, ospite di Alberto Matano a La vita in diretta è intervenuto a gamba tesa sulle dichiarazioni complottiste di Miguel Bosé. “Penso che abbia il cervello bruciato, la droga fa male ma non arriva a questo punto, almeno per come l’ha assunta lui”. Parole senza appello, pronunciate da Poletti a poche ore di distanza dalle frasi del cantante: “Sono un negazionista e lo dico a testa alta”. Dichiarazioni scioccanti, soprattutto considerando il fatto che Miguel Bosé ha perso la madre proprio a causa del coronavirus. (Continua a leggere dopo la foto)

“Mia madre? – ha aggiunto Miguel Bosé – Non è stato il virus a ucciderla, ma qualcos’altro… se parlassi direi cose molto pericolose per chi doveva curarla”. Secondo alcuni colleghi Miguel Bosé, dopo aver abusato di droghe in passato, starebbe attraversando un periodo delicato dal punto di vista mentale. Ma secondo Roberto Poletti la motivazione dietro queste frasi è un’altra: “Temo che cerchi pubblicità, una brutta pubblicità, perché adesso è capo di una mandria di buzzurri che vediamo anche nelle nostre piazze”. (Continua a leggere dopo la foto)

Dopo aver duramente criticato il comportamento di negazionisti e complottisti, Roberto Poletti, intervenuto a “La Vita in Diretta”, ha nuovamente espresso il suo pensiero su chi nega o minimizza l’esistenza del Covid. “Queste persone sono una vera e propria vergogna” ha detto Poletti. Una presa di posizione forte e chiara.

“Deficiente seguito da deficienti”. Roberto Poletti contro il vip. L’umiliazione senza peli sulla lingua