Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Lo chiedo a te…”. Roberta Ragusa, Antonio Logli scrive a Barbara D’Urso e lei reagisce così

La scomparsa di Roberta Ragusa ha tenuto con il fiato sospeso milioni di italiani, infatti la sua storia è balzata agli onori della cronaca per tantissimo tempo. L’imprenditrice originaria della città di Pisa sparì nel nulla tra il 13 e il 14 gennaio del 2012. Dopo l’apertura delle indagini e il susseguente processo, il marito Antonio Logli ha subito una condanna a venti anni di carcere con le gravissime accuse di omicidio ed occultamento del cadavere. A ‘Pomeriggio 5’ un nuovo colpo di scena.

Logli si trova rinchiuso in carcere, ma ha voluto nuovamente gridare la sua innocenza. E ha scelto il programma condotto da Barbara D’Urso per fornire la sua versione dei fatti, completamente diversa da quella dei giudici. L’uomo ha voluto inviare una lettera a Carmelita, che nel pomeriggio del primo dicembre ha letto in diretta televisiva. Ha dato la possibilità all’assassino di dire la sua, ma la reazione della padrona di casa è stata netta e non ha lasciato spazio ad interpretazioni. (Continua dopo la foto)


Nella missiva ha riportato le seguenti affermazioni: “Continuano a ripetere che sono un assassino, ma io ho fatto mille appelli perché Roberta torni a casa. Manca a tutti noi, soprattutto ai nostri figli Daniele ed Alessia. Se lei tornasse, le cose si sistemerebbero per tutti quanti. Mi appello al tuo pubblico. Spero che Roberta possa sentire questo grido di dolore, io sono innocente”. Al termine della lettura della lettera, Barbara D’Urso si è schierata dalla parte della giustizia, rispettando il verdetto. (Continua dopo la foto)

La conduttrice televisiva ha concluso l’argomento, dicendo: “Un appello bizzarro, noi crediamo alla Procura, ma diamo la possibilità di parola”. Nello scorso mese di agosto è arrivata anche la conferma ufficiale della morte di Ragusa da parte dell’anagrafe. Il tribunale ha firmato il decreto con cui si accerta la dipartita della donna: “Uccisa il 14 gennaio del 2012 sul territorio di San Giuliano”. Così facendo i figli Alessia e Daniele Logli hanno potuto avere accesso all’eredità. (Continua dopo la foto)

Un po’ di tempo fa si è fatta avanti una querela mossa dal supertestimone contro Antonio Logli. Secondo Antonio Logli, Loris Gozi avrebbe dichiarato il falso: “Soltanto il 27 dicembre si è presentato per dire che ero io. Com’è possibile? Cosa è cambiato in quei mesi? Non riesco proprio a capacitarmene. La cosa strana è che non ha nemmeno mai riconosciuto Roberta nella donna che ha visto con me”.

“Perché lasciamo Striscia la Notizia”. L’addio di Ficarra e Picone: i comici rompono il silenzio


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004