Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Pamela Prati, svolta nel caso Mark Caltagirone: Michelazzo e Perricciolo a processo

Ogni giorno si aggiunge un capitolo alla vicenda del matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone che qualche anno fa ha monopolizzato tv, giornali e social per svariati mesi. Una storia che fa discutere alla luce della partecipazione a questa edizione del GF Vip da parte di Pamela Prati. Tra interviste tv, finte paparazzate, presunte aggressioni con l’acido e clamorose rivelazioni la vicenda del finto matrimonio si concluse con le tre protagoniste della storia pronte a scaricare l’una sull’altra colpe e responsabilità.

Pamela Prati, attuale concorrente del reality show condotto da Alfonso Signorini, ha raccontato in diretta la sua versione dei fatti a proposito di questa intricata vicenda. La showgirl ritiene di essere stata vittima di un meccanismo crudele che l’avrebbe indotta a credere all’esistenza di uno sposo fantasma. Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, le altre due protagoniste principali della vicenda, l’hanno attaccata a più riprese invitandola a “prendersi le sue responsabilità”.

Leggi anche: “Cerchiamo la signora Pamela Prati”. Bomba al GF Vip, la giustizia bussa alla porta della Casa

Pamela Prati figlio finto a processo le due ex agenti


Pamela Prati figlio finto, a processo le due ex agenti

All’epoca dei fatti, tre anni fa, diverse denunce sono state prodotte, quasi tutte non hanno avuto seguito, tranne quella che riguarda il bambino che sarebbe stato presumibilmente utilizzato per avvalorare l’identità del piccolo Sebastian. Bambino che, nel corso di mesi, sarebbe stato incaricato di registrare videoselfie e messaggi vocali da inviare ai protagonisti e ai personaggi satellite di questa vicenda. Ora sarà un tribunale, almeno per questa vicenda specifica, ad accertare eventuali responsabilità. L’ordinanza firmata dal pubblico ministero Stefano Pesci stabilisce che le due ex agenti di Pamela Prati compaiano in tribunale l’1 febbraio 2023.

Pamela Prati figlio finto a processo le due ex agenti

Il portale Fanpage ha raggiunto Leonardo D’Erasmo, il legale che rappresenta i genitori del minore. L’avvocato ha comunicato l’intenzione di affiancare al procedimento penale anche quello civile. Stando alla versione fornita dall’avvocato, gli episodi problematici sarebbero diversi: “Al bambino e ai suoi genitori sarebbe stato fatto credere che stesse girando una fiction con tanto di copione, battute, testi, foto e video. A un certo punto di questa fiction, al minore sarebbe stato richiesto di recitare il ruolo di un bambino ammalato di tumore alla gola, di parlare con la voce roca di chi sta male. Ci sarebbero degli audio di questo bambino, che all’epoca aveva 7/8 anni, al quale sarebbe stato chiesto di dire cose come “Mamma, sto male”. Ci costituiremo parte civile. Una volta ottenuto l’esito della fase penale, avvieremo un’azione civile perché i genitori vogliono ottenere giustizia”.

Pamela Prati figlio finto a processo le due ex agenti
Pamela Prati figlio finto a processo le due ex agenti

Stando al racconto che il legale ha fatto a Fanpage.it, il bambino sarebbe stato “sbeffeggiato a scuola quando la questione è venuta fuori, tanto da non volere più andarci” e avrebbe “vissuto la delusione di un sogno che aveva coltivato”. Sostiene inoltre il legale che il minore avrebbe “studiato copioni per ore e ore invece di giocare a calcetto” per poi “scoprire di essere stato preso in giro”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004