“Sapete dove potete mettere il vostro cu***?”. Massimo Giletti, la misura è colma è ‘impazzisce’. Sfuriata in diretta

Massimo Giletti a Non è l’Arena sbotta dopo l’ennesimo servizio che dimostra le spese folli e gli sprechi della sanità. Il conduttore di La 7 non è nuovo a questo tipo di ‘rivolte’ contro la politica e durante la puntata trasmessa domenica 28 febbraio ha commentato durante gli sprechi. Insomma, passano i giorni, cambiano i vertici, ma tutto rimane invariato. La sanità della regione Calabria sembra sia destinata al baratro.

Il commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria, Giovanni Meloni, commenta affermando che “alcune scene appaiono un po’ deformate. Si faceva solo notare la necessità della prenotazione, un metodo che avevamo studiato con cura. Esiste la piattaforma di Poste Italiane con un sistema centralizzato per la prenotazione online, ma noi non l’abbiamo ancora avuto. E in altre regioni c’è già”. (Continua a leggere dopo la foto)


Si parla dell’episodio di Reggio Calabria, dove centinaia di anziani e accompagnatori hanno preso d’assalto il palazzo del consiglio regionale per attendere il proprio turno nella lista delle vaccinazioni. Ma non solo, in onda anche il servizio sulle spese folli e gli sprechi della sanità calabrese e a quel punto il conduttore elenca tutti gli acquisti sostenuti dal direttore generale del dipartimento Salute della Regione Calabria, Francesco Bevere, per rinnovare l’ufficio. (Continua a leggere dopo la foto)

Una parete contenitore, otto sedute direzionali, ventiquattro sedute di attesa, scrivanie, tavoli, divani, appendiabiti e lampade: una spesa da ben 31mila euro: “Mancanza di rispetto verso i cittadini – spiega Giletti – a loro chiediamo sacrifici e poi divani in pelle umana!”. Il conduttore è ima furia davanti a uesti sprechi: “Per carità, gli assessori fanno parte di altri uffici. Ma io dico un’altra cosa: in un momento delicato come questo in questo paese, se non si siedono sul divano non di pelle umana che costa l’ira di Dio, possono mettere il loro cu*** su un sofà diverso? Che costi magari mille euro? Cioè, siamo ancora a questo punto? Una roba incredibile”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Massimo Giletti non ci sta e continua a inveire contro la classe politica sprecona: “Una mancanza di rispetto vero nei confronti dei propri cittadini ai quali chiediamo sacrifici per poi prendere divani in pelle umana. De Magistris, io veramente sono scandalizzato. Speravo che almeno i soldi italiani venissero spesi bene. Se vengono spesi così qualcuno ne dovrebbe dare una bella spiegazione. Non come al solito in questo paese in cui ci si lava le mani. Poi non andiamo a chiedere sacrifici alla gente… c’è chi nei ristoranti non ha ricevuto neppure i ristori, c’è chi non ha avuto la cassa integrazione. E noi andiamo a spendere quello… ma dai”, conclude il conduttore.

“Lo sai che cosa sei…”. UeD, fuoco e fiamme in studio: è quasi rissa. È successo tra Riccardo e Armando, Maria costretta a intervenire