“Un urlo… poi è andato via”. GF Vip, Tommaso Zorzi lo confessa a tutti: “Quando ha bussato..”

Durante questa edizione del Grande Fratello Vip, qualche volta Tommaso Zorzi si è lascia andare a confessioni inedite (spesso divertenti) sulla sua vita privata. Era già successo quando Selvaggia Roma era ancora nella casa del GF. Zorzi ha confessato che se si fosse trovato al posto dell’influencer ci avrebbe provato con Pierpaolo Pretelli, a costo di beccarsi un no. E per fare meglio capire le sue intenzioni fece un esempio. E raccontò di quando mandò un messaggio, pur sapendo che probabilmente non avrebbe ottenuto nulla in cambio.

“Su Pierpaolo? Al posto di lei sì, preferisco che mi venga detto un no. Io ho mandato un messaggio a… e gli ho chiesto di prendere un caffè nonostante non mi conoscesse. Stai parlando con la faccia di t***a più t***a che ci sia! A me non frega nulla e se mi dici di no, sti c***i. Tanto amore una figura di m***a in più, una in meno, non cambia assolutamente il bilancio…”. (Continua dopo la foto)


Nelle ultime ore, mentre chiacchierava con gli altri vipponi, si è lasciato andare ad un’altra confessione. Si tratta di quella volta in cui sua madre l’ha beccato in camera con un ragazzo. Giovane che, visto quanto accaduto, non ha più rivisto. (Continua dopo la foto)

“Mia mamma stava dall’altra parte della Casa. Io fumo le mie sigarette e andiamo a letto. La mattina dopo alle 8 del mattino sento bussare – dice Tommaso -. Dicevo che non era possibile fosse mia madre. Ma lei insisteva. Lì ho capito fosse lei. Ho fatto finta di dormire con la speranza che smettesse di bussare. Invece no, stava tirando giù la porta. Questo era nudo. A quel punto ho detto a lui di prendere la coperta, avvolgersi e andare nel corridoietto e chiudere la porta”. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

“Così apro a mia madre, che mi rimprovera per aver fumato in casa e non fuori, come lei vorrebbe – prosegue Tommaso Zorzi -. Ma è successo qualcosa, perché la porta del corridoio di cui vi parlo, ha un vetro opaco e si vedeva una sagoma. Ma mamma ha aperto la porta e ha trovato lui. Ha urlato per 20 secondi. Le poche chance che avevo con questo, me le sono bruciate. Lui mortificato. Non l’ho più rivisto e non mi ha più risposto a un messaggio. Ha rivoluto i vestiti ed è andato via, dopo che mia mamma gli ha detto che aveva 30 secondi per andarsene”.

“Anche le mie tette sono finte”. Dopo il seno si rifà anche il naso: le foto dopo il ritocco