Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
helena-prestes-gf-vip-7-nuova-concorrente-antonino-spinalbese-daniele-dal-moro

“Denunciati”. GF Vip 7, la situazione si complica. E si parla anche di carcere…

GF Vip 7, il Codacons denuncia i vipponi dopo il caso Marco Bellavia. Due edizioni fa l’esposto sul televoto che vide uscire Franceska Pepe, riporta il sito Biccy, e ora contro i concorrenti “dopo atti di bullismo a danno di Marco Bellavia” – si legge nella nota – “Indagare per violenza privata, i responsabili rischiano fino a 4 anni di carcere”.

Marco Bellavia si è ritirato dal reality sabato scorso. Nella puntata di lunedì Alfonso Signorini ha dato ampio spazio alla vicenda, definita “bruttissima pagina di tv”, che ha visto indifferenza da parte di gran parte degli inquilini della Casa di fronte a un malessere continuato dell’ex conduttore. A pagarne le conseguenze, Ginevra Lamborghini e Giovanni Ciacci: una squalificata, uno uscito al televoto flash.

Leggi anche: “La scoperta sui soldi”. Marco Bellavia, succede dopo l’uscita dal GF Vip 7


GF Vip 7, il Codacons denuncia

Ma “Nonostante quanto accaduto al GF Vip 7, né gli autori del programma né i vertici dell’azienda hanno saputo adottare misure adeguate, lanciando un messaggio errato e pericoloso ai telespettatori”, il commento al post del Codacons che interviene “sulla grave vicenda del bullismo ai danni di Marco Bellavia, concorrente del GF Vip”.

Pertanto il Codacons, a cui “in migliaia” si sarebbero rivolti per intervenire sul caso, “presenta oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in cui si chiede di accertare possibili illeciti penali e violazioni delle disposizioni vigenti in materia di Tlc”.

patrizia rossetti gf vip 7 confessione uomini rapporti

“Alla luce di quanto accaduto, presentiamo oggi un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine alla luce della possibile fattispecie di violenza privata, accertando le responsabilità dei concorrenti del GF Vip e, per concorso, degli autori, del conduttore Alfonso Signorini e dei vertici Mediaset.

“L’art. 610 del codice penale stabilisce infatti che “Chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa, è punito con la reclusione fino a quattro anni”, reato che potrebbe configurarsi negli atti di bullismo commessi nel corso della trasmissione – spiega ancora il Codacons – All’Agcom l’associazione chiede invece di adottare provvedimenti e sanzioni contro Mediaset per la possibile violazione delle disposizioni in materia di programmi televisivi”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004