Fori imperiali illuminati: per il prossimo natale Roma si regala la bellezza

Il prossimo, per Roma, sarà un compleanno speciale. Nel 2015, per la ricorrenza del 21 aprile i Fori imperiali avranno un’altra veste. O meglio, tutt’altra luce. Dopo la pedonalizzazione annunciata dal sindaco Marino qualche giorno fa, oggi l’amministrazione capitolina ha anticipato che tutta l’area compresa tra il Campidoglio, il Palatino e il Quirinale sarà interessata da un progetto di illuminazione ad hoc, in modo da rendere la giusta evidenza e suggestione a tutta la storia e l’archeologia che contengono. A curare il tutto sarà Vittorio Storaro, autore della fotografia che ha illuminato decine di set cinematografici vincendo anche tre premi Oscar per capolavori come Apocalypse Now, Reds e L’ultimo Imperatore. Lo scopo è quello di realizzare un impianto d’illuminazione artistica permanente che coinvolga il Foro di Augusto, il Foro di Nerva e il Foro di Traiano per un lavoro che si sviluppi come un’onda di luce, che sale dalla Terra, inizia ad avvolgere il Tempio di Marte Ultore con una grande intensità luminosa e, mano a mano attenuandosi, sale dal basso verso l’alto per abbracciare tutto il perimetro della muraglia che circoscrive con le due Esedre il Foro di Augusto.
Più precisamente, lilato destro, che delinea il Foro stesso (dove si trovavano allineate le colonne che facevano ala al Tempio di Minerva), vedrà una serie di luci che, con un assetto unilaterale, produrranno un’illuminazione dal basso verso l’alto che definirà uno specifico spazio di appartenenza, quello dove sorgeva il tempio di Minerva. Al di sopra della linea muraria, una seconda serie di luci, caratterizzate dalla stessa unitarietà luministica, illuminerà in maniera uniforme, morbida e neutrale tutto il suolo centrale del Foro stesso. E la luce accompagnerà il Foro di Traiano e la Colonna Traiana creando intorno alla sua figura un’onda di luce che abbraccerà lo spazio circostante. La luce continua il suo percorso elevandosi sulla colonna circolare, grazie a due cerchi concentrici alla colonna stessa che daranno risalto all’intero racconto delle gesta epiche dell’imperatore.