Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte

“Mi sento male”. Federico Fashion Style, brutta sorpresa nel suo salone. Poi la verità: cosa è successo

Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte 2022. Nella prima puntata di questa edizione, andata in onda il 18 settembre, tanti gli ospiti sfortunati che hanno subito tutta l’ironia e la ‘follia’ di Enrico Papi. Gli “scherzati” sono stati: Paola Barale, Federico Fashion Style, Aldo Montano, Amaurys Perez, Anna Tatangelo e Iva Zanicchi. E proprio il noto acconciatore è stato costretto ad affrontare una criticità non proprio semplice da gestire.

Il giovane imprenditore, che come è arcinoto ha da poco ristrutturato la sua storica boutique di Anzio, si è trovato di fronte a un problema grottesco. Nello scherzo messo in piedi dal programma però, Federico se la vede brutta, visto che il suo amato salone finisce per essere meta di alcuni dipendenti dello spurgo, che si inventano un’autorizzazione, mai concessa da Federico, per entrare a creare scompiglio dal parrucchiere appena ristrutturato. Insomma, per lui c’è il sostanziale rischio di buttare alle ortiche tutta la ristrutturazione.

Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte


Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte

Fashion Style viene subito avvertito da una collaboratrice stretta e naturalmente da di matto: “Non far fare casino a questa gente, mi sto sentendo male”. Appena arriva sul posto, l’opinionista si confronta con i dipendenti arrivati per “realizzare i lavori organizzati dal comune di Anzio”.

Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte

Federico a questo punto diventa una furia, chiede spiegazioni e di mettersi in contatto con il capo: “Questa è casa mia, a voi chi vi ha chiamato? – urla Federico contro i malcapitati della fittizia ditta Spurghissimi che si ritrovano addosso l’ira del parrucchiere – . Prima di fare una cosa del genere serve un’autorizzazione. Avete 5 minuti per finire”.

Federico Fashion Style vittima di Scherzi a parte

Poco dopo l’opinionista di Barbara D’Urso accetta a malincuore di firmare un foglio in cui si assume tutta la responsabilità per eventuali danni provocati: “Serve una firma”. E lui: “Firmo basta che ve ne andate”. Dopo varie sfuriate, e qualche spintone ai dipendenti, Federico si ritrova con il negozio a soqquadro sembra essersi liberato dagli impicci, fino a quando non emerge uno particolare “ostaggio” nelle fognature del negozio. Eccolo il famoso cartello di “Scherzi a parte”. Ma che paura (qui il video).

“Ecco come sono ora”. Federico Fashion Style dopo l’intervento estetico: “Non mi piacevo”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004