“Insomma, vince lui”. Sanremo 2021, per il pubblico non c’è alcun dubbio sul vincitore del Festival: “È la canzone più bella”

Sembra che Sanremo abbia già il suo vincitore. Durante la terza serata di Sanremo 2021 dedicata alle cover a votare è stata l’Orchestra del Teatro Ariston a regalare una classifica diversa rispetto alla prima provvisoria svelata nel corso del secondo appuntamento da Amadeus. La prima posizione è occupata da Ermal Meta, seguita da Orietta Berti e dagli Extraliscio. Al quarto posto della classifica della terza serata del Festival di Sanremo 2021 (caratterizzata da diversi problemi tecnici) si è piazzato Willie Peyote e a seguire Arisa, Maneskin, Annalisa, Max Gazzè, La Rappresentante di Lista, Ghemon.

C’è da dire che stranamente non sono riusciti a posizionarsi nella top ten della classifica di Sanremo della serata cover Lo Stato Sociale, Gaia, Irama, Colapesce e Dimartino, Fulminacci, Malika Ayane, Noemi. Diciottesimo posto per Madame, al diciannovesimo troviamo Francesco Renga, ventesimo posto per Fasma. Fedez e Francesca Michielin si è piazzato al ventunesimo posto, mentre Aiello alla ventiduesima posizione, seguito da Bugo, Gio Evan e Random. Ultimo posto per Coma_Cose. (Continua a leggere dopo la foto)


Insomma, non solo la giuria popolare, demoscopica e l’orchestra: Ermale Meta piace a tutti, anche sui social non si fa che parlare del suo splendido brano ‘Un milione di cose da dirti’. Amadeus e Fiorello, obbligati a chiudere di fretta e furia, hanno annunciato soltanto la prime dieci posizioni provvisorie in cui è in vetta Ermal Meta. (Continua a leggere dopo la foto)


Che poi paradossalmente Ermal si è esibito penultimo giovedì 4 marzo. Nel giorno degli omaggi a Lucio Dalla ha fatto il suo, portando sul palco dell’Ariston ‘Caruso’ accompagnato dalla Napoli Mandolin Orchestra. Corpo coperto d’argento, una corona d’alloro sui boccoli, una tunica monospalla: si è presentato così Achille Lauro alla terza serata di Sanremo 2021. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Il controverso artista romani ha presentato un altro quadro intonando le note del brano Penelope in duetto con Emma Marrone. Con loro anche l’attrice Monica Guerritore, la quale si è resa protagonista di un monologo. Lauro, come un Dio, ha celebrato il pop e con il look ha distrutto la prigione dei pregiudizi. Applausi, da tutti.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma è di quello del GF Vip?”. Stash sul palco di Sanremo 2021, lo notano tutti