C’è tempo per le risposte. Bisogna vivere le domande

Considerato uno dei più importanti poeti di lingua tedesca del XX secolo, Rainer Maria Rilke (Praga, 4 dicembre 1875 – Montreux, 29 dicembre 1926), autore di opere sia in prosa che in poesia, è famoso soprattutto per le Elegie duinesi (iniziate durante un soggiorno a Duino), i Sonetti a Orfeo e I quaderni di Malte Laurids Brigge. Le Lettere a un giovane poeta furono indirizzate da Rainer Maria Rilke  al giovane scrittore Kappus fra il 1903 e il 1908. Pubblicate postume nel 1929, si diffusero in breve tempo nei paesi di lingua tedesca come una specie di breviario – non tanto d’arte quanto di vita. La poesia di Rilke insegna a stare in ascolto, a coltivare la pazienza predisponendosi placidamente agli eventi che non rivelano istantaneamente il loroi significato, nell’attesa del domani che forse potrà portare chiarezza e, nel frattempo, godere della vita desiderando ciò che è possibile, lasciando nella quiete l’impossibile risposta o l’impossibilità di poter convivere con quella risposta.

 

da Lettera ad un giovane poeta
di Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò
che è irrisolto nel tuo cuore e…
cerca di amare le domande, che sono simili a
stanze chiuse a chiave e a libri scritti
in una lingua straniera.
Non cercare ora le risposte che possono esserti date
poichè non saresti capace di convivere con esse.
E il punto è vivere ogni cosa. Vivere le domande ora.
Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga,
di vivere fino al lontano
giorno in cui avrai la risposta.