“Gravissimo”. Barbara Palombelli, a Mediaset scoppia il caso: conseguenze pesanti

Continuano a far discutere le frasi pronunciate da Barbara Palombelli durante “Lo Sportello di Forum”, su Rete 4 a proposito dei recenti casi di femminicidio: “A volte è lecito domandarsi se questi uomini erano completamente fuori di testa oppure c’è stato un comportamento esasperante, aggressivo anche dall’altra parte?”. Frasi che in poco tempo sono finite nel mirino di quanti sui social hanno riversato tutta la propria indignazione. L’hashtag #palombelli in cima ai trend topic di Twitter fa capire quanto le parole della conduttrice abbiano scosso l’opinione pubblica.

Era presente anche la psicologa Adriana Mazzocchelli; il tema era quello della “rabbia”. “Qualunque cosa può farci montare la rabbia. Però a questa rabbia nel 99% dei casi non segue un comportamento violento, quando arriva un comportamento violento invece iniziamo a preoccuparci perché forse arrabbiarsi fa anche bene, poi la nostra esperta ci dirà”, ha aggiunto Barbara Palombelli nelle prime battute della puntata in onda ieri 16 settembre 2021.

barbara palombelli polemica caso femminicidi

Si è subito sollevato un coro di critiche da parte della politica. “No – ribatte l’ex presidente della Camera Laura Boldrini -, non è lecito chiedersi se una donna abbia meritato di morire per mano di un uomo. La causa dei femminicidi è una sola: l’idea di possesso verso le donne che spinge gli uomini alla violenza. Punto e basta”. Su Twitter la Boldrini definisce “gravissime” le parole della Palombelli, “pronunciate per giunta in tv”.


barbara palombelli polemica caso femminicidi

Unanime invece la condanna delle politiche. “Sostenere che un femminicidio possa essere l’effetto del comportamento della vittima, fa precipitare in un abisso culturale e umano che mina la lotta contro la violenza di genere. Le parole della Palombelli sono profondamente sbagliate e oltremodo gravi”, scrive su Twitter la presidente dei senatori del Pd Simona Malpezzi.

laura boldrini
barbara palombelli polemica caso femminicidi

Solo Maria Giovanna Maglie si schiera dalla parte di Barbara Palombelli. “Quale bufera? Quante balle politically correct! Fai un programma in cui si finge di celebrare un processo e introduci l’argomento del ‘aveva perso la testa’ o ‘lei lo aveva provocato’, che usano ahime i giornali e che si usa nei processi”. E non si tratta di “scusarla” per una frase magari uscita male o fraintendibile, “è di più, proprio non vedo il problema, lo vedo completamente montato. Molto rumore per nulla ma ognuno è libero”.